La paghetta non basta, baby gang ruba all'asilo parrocchiale

I soldi passata dai genitori erano troppo pochi e i quattro giovanissimi hanno deciso di rivendere giochi e materiale elettrico destinati alla pesca di beneficenza del paese

Quando la "paghetta" non basta i ragazzini spesso colgono l'occasione per scoprire il mondo del lavoro e guadagnarsi qualche euro extra, ma a volte c'è anche chi sceglie la strada che può sembrare più "facile". E c'è chi addirittura decide di provare a "saccheggiare" la parrocchia, pur di ottenere qualche entrata aggiuntiva senza faticare troppo. È il caso di quattro ragazzi nel veronese, fermati dalle forze dell'ordine con accuse piuttosto gravi.

I Carabinieri della Compagnia di Verona hanno infatti denunciato 4 ragazzi, tra i 16 e i 18 anni, per aver rubato giocattoli della scuola dell'infanzia parrocchiale. Per tre dei quattro, i più grandi, l'accusa è di furto aggravato, mentre il più piccolo dovrà rispondere di ricettazione. Oltre ai giocattoli presenti nell'asilo parrocchiale, il bottino dei quattro ragazzi contava anche materiale elettronico destinato alla pesca di beneficenza che si svolge ogni anno in un paese a nord del capoluogo scaligero in occasione della festa patronale. I ragazzini, davanti ai carabinieri, si sarebbero giustificati spiegando come la "paghetta" settimanale passata loro dai genitori non fosse sufficiente per le loro necessità quotidiane, i quattro avrebbero quindi cercato un sistema che, con poca fatica, gli permettesse di ottenere qualche soldo in più.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini dei militari dell'Arma sarebbero partite a seguito di una segnalazione da parte dei responsabili dell'asilo parrocchiale, che da tempo vedevano ridursi attrezzature e materiale per i bambini. I carabinieri sono quindi riusciti a ricostruire la vicenda, identificare i colpevoli e, soprattutto, recuperare la refurtiva composta da giocattoli e componenti elettrici, nascosta in un magazzino comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • La bella iniziativa del Comune di Bussolengo che favorisce il turismo e andrebbe imitata

  • Coronavirus: in Veneto segnalati +29 casi positivi, a Verona +263 isolamenti in un giorno

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento