Cronaca Nogara

A Nogara i medici si mettono al servizio del territorio

Attivata presso il Centro Sanitario Polifunzionale di Nogara una nuova Aggregazione Funzionale Territoriale

“Un esempio concreto ed efficiente di riconversione virtuosa di un ospedale per acuti in un centro di erogazione dei servizi sanitari più utili al cittadino e vicini al suo luogo di residenza. Lo Stellini è oggi di fatto precursore di uno dei principali obiettivi strategici del nuovo Piano Sociosanitario veneto: trasferire le cure dall’ospedale al territorio e potenziare i servizi territoriali con il rafforzamento della medicina di base, presente e attiva in ampie fasce orarie della giornata e nel week end”.

IL SERVIZIO - Con queste parole, l’assessore regionale alla sanità Luca Coletto, ha salutato l’attivazione presso il Centro Sanitario Polifunzionale di Nogara di una nuova Aggregazione Funzionale Territoriale, composta da 12 medici di medicina generale che opererà al servizio dei cittadini dell’area per 12 ore al giorno (dalle 8 alle 20) dal lunedì al venerdì, e anche per due ore, dalle 8 alle 10, al sabato e nei giorno prefestivi. Il servizio è stato inaugurato dallo stesso assessore Coletto, alla presenza di numerose autorità locali e del direttore generale dell’Ulss 21 Daniela Carraro. La nuova AFT servirà una popolazione di 17.449 cittadini, residenti su una superficie di 127 chilometri quadrati nei Comuni di Nogara, Gazzo Veronese e Sorgà. Il modello è quello della medicina di gruppo integrata e in rete. I 12 medici di medicina generale che vi prestano servizio saranno coadiuvati da personale infermieristico e amministrativo; opereranno in studi medici organizzati con visite ambulatoriali su appuntamento e con una parte dell’orario dedicata alle visite per la gestione della cosiddetta “urgenza soggettiva o minore” del cittadino, quella che ancora oggi spinge le persone a rivolgersi ai pronto soccorso per acuti generando migliaia di accessi impropri e determinando disagi legati agli spostamenti verso l’ospedale per acuti. Nella sede di Nogara sarà attiva anche una centrale operativa che fornirà assistenza diretta o indiretta attraverso l’utilizzo di un triage telefonico per rispondere a richieste di informazioni, di consulto diretto con un medico presente, di prenotazione di una visita, di prenotazioni per le visite specialistiche, di assistenza per il ritiro delle ricette reiterate e per i controlli programmati, di accesso ad un medico in caso di urgenza. 

Da quando è Centro Sanitario Polifunzionale, lo Stellini di Nogara ospita anche numerosi ambulatori specialistici (cardiologia, ginecologia, urologia, ortopedia con sala gessi, oculistica, dermatologia, otorinolaringoiatria, odontostomatologia, neurologia, radiologia ed ecografia, psichiatria, centro antidiabete, fisiatria e fisiokinesiterapia).

“Esattamente quello che serve – ha detto Coletto – nell’organizzazione di una medicina moderna che faccia trovare tutto ciò che serve al cittadino sul territorio e riservi ai casi veramente gravi l’ospedale per acuti, ottenendo così un miglior servizio e minori costi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Nogara i medici si mettono al servizio del territorio

VeronaSera è in caricamento