menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
K.Z. - Foto Facebook

K.Z. - Foto Facebook

Ripescata nelle acque del Garda: un malore la causa più probabile della morte

K.Z. aveva origini lituane ma era residente a Bussolengo. Sabato però le è stata fatale una nuotata nella zona di Pai, nel comune di Torri del Benaco

Un malore improvviso, forse una congestione. È questa la prima ipotesi sulla causa del decesso di K.Z., 47enne di origini lituane (era originiaria di Vilnus) residente a Bussolengo, il cui corpo è stato ripescato senza vita nel pomeriggio del 20 giugno a Pai, sul lago di Garda, nel comune di Torri del Benaco. 
Erano circa le 18.30 quando alcuni pescatori hanno intravisto il corpo della donna, che probabilmente era stato trascinato dalla corrente a qualche centinaia di metri di distanza dal punto in cui la donna aveva accusato il malore. 

Quel giorno Karolina sarebbe uscita dall'abitazione in cui stava trascorrendo alcuni giorni di villeggiatura per fare una nuotata in solitaria che le è stata fatale: nonostante infatti l'allerta lanciata ai soccorsi, che ha portato sul posto vigili del fuoco, 118, guardia costiera e carabinieri, per lei non c'è stato niente da fare.
Sul suo profilo Facebook i messaggi increduli degli amici si susseguono, sconvolti dall'improvvisa notizia: «Era così bello vederti sorridere... Voglio ricordarti così».  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento