Cronaca Porto San Pancrazio / Via Bernini Buri

"L'Africa come opportunità": via al progetto di sviluppo che coinvolgerà 30 giovani

"African Summer School - Business Incubator 4 Africa" giunge alla sua terza edizione, nel tentativo di formare italiani e africani verso una nuova concezione del "continente nero"

Sarà inaugurata domenica 26 luglio alle 17, a Villa Buri, la terza edizione di “African Summer School - Business Incubator 4 Africa”, la scuola estiva di alta formazione promossa dall’Associazione Africasfriends con il patrocinio di UNAR-Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Comune, Università degli Studi di Verona, Uil e Ital-Uil nazionale e Banca Popolare di Verona.
L’iniziativa, in programma dal 27 luglio al 2 agosto, è stata presentata dall’assessore alle Pari opportunità Anna Leso.
Presenti il presidente dell’associazione Africansfriends Prosper Nkenfack, il direttore di African Summer School Fortuna Ekutsu Mambulu e alcuni dei partner e sostenitori dell’iniziativa: la Segretaria Uil di Verona Lucia Perina, il Responsabile Segreteria e Relazioni territoriali Banca popolare di Verona Stefano Semolini, i Direttori del Dipartimento Tempo, Immagine, Spazio e Società dell’Università degli Studi di Verona Gian Paolo Romagnani e del Dipartimento di Scienze della Vita e della Riproduzione Pier Franco Pignatti, il referente MAG Verona Enrico Veronese e Nicola Galetto di QuiCibo.
“Obiettivo di African Summer School - spiega l’assessore Leso - è contribuire ad una nuova concezione del continente africano, promuovendo una reale consapevolezza delle opportunità presenti in Africa. L’iniziativa intende allo stesso tempo promuovere l’imprenditoria giovanile, valorizzando le eccellenze italiane di piccola e media impresa e apportando innovazione nei mercati africani”.

L’evento inaugurale, aperto a tutta la cittadinanza, avrà come ospiti d’onore Cécile Kyenge, eurodeputata e madrina della scuola, e Sir. Ahmed El Khdar, Console Generale a Verona del Regno del Marocco. La cerimonia si concluderà con uno spettacolo dell’artista Pegas Ekamba Bessa sul tema “Rinascimento africano”, filo conduttore della terza edizione dell’iniziativa. Alla scuola estiva parteciperanno 30 giovani italiani e africani - tra cui studenti, laureati, laureandi e cooperanti - alcuni dei quali residenti all'estero. Le lezioni saranno tenute da tre docenti africani: l’esperto in Storia dell’Africa José Do Nascimento (Angola), l’esperto in Processi di Innovazione Imprenditoriale in Africa subsahariana Mawuna Koutonin (Togo) e lo scrittore esperto in Lingue e Letterature Africane Bienvenu Sene Mongaba (Repubblica Democratica del Congo).
A partire dal 2 agosto è previsto un periodo di tre mesi al termine del quale gli studenti dovranno presentare un elaborato (relazioni o business plan) che verrà esaminato dal comitato di valutazione. Nel mese di novembre 2015 si terrà la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione e la premiazione del miglior progetto di microimpresa sostenibile da lanciare nel continente africano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'Africa come opportunità": via al progetto di sviluppo che coinvolgerà 30 giovani

VeronaSera è in caricamento