Cronaca Porto San Pancrazio / Lungadige Galtarossa

59enne veronese tenta di rapinare un'orafa a Vicenza e scappa in bici

Il colpo è stato tentato insieme ad un 60enne di Schio. I due sono stati inseguiti da un testimone che non si è fatto intimorire dalla pistola detenuta illegalmente dal veronese

Dopo quella avvenuta a Lonigo, pochi giorni fa, altra tentata rapina nel vicentino. Protagonista anche un questo caso un veronese, un 59enne, iniziali C.D.. Insieme ad un complice di Schio di 60 anni, iniziali A.D.R., hanno tentato una rapina ieri pomeriggio, 23 febbraio, alle 14 in contrà san Biagio, come scritto da Vicenza Today.

I due hanno tentato di rapinare un'orafa di 55 anni. L'hanno bloccata davanti al magazzino, ma la donna ha reagito e li ha messi in fuga. I rapinatori sono scappati in bici e sono stati inseguiti da un testimone, un 60enne vicentino, alla guida di un'auto.

L'inseguitore ha chiamato anche la polizia che poi arresterà i malviventi, non prima però di un inseguimento in cui il testimone 60enne ha dimostrato anche coraggio, restando alle calcagna dei fuggitivi, nonostante uno di loro avesse estratto una pistola Smith & Wesson 38 special.

Arrestati, i due rapinatori non sono stati molto collaborativi con i poliziotti che comunque sono riusciti a risalire alle loro identità. La Polizia di Vicenza ha anche scoperto la provenienza della pistola, probabilmente acquistata al mercato nero. L'arma era intestata ad un veronese morto nel 1990. La casa del proprietario della pistola è vuota e contesa dagli ereditieri.

Gli articoli di reato per entrambi sono tentata rapina, con l'aggiunta per il 59enne veronese di ricettazione e detenzione abusiva di arma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

59enne veronese tenta di rapinare un'orafa a Vicenza e scappa in bici

VeronaSera è in caricamento