rotate-mobile
Cronaca Legnago

Ancora nessuna traccia dell'uomo finito nell'Adige: proseguono le ricerche

Si tratterebbe di un 45enne della Bassa veronese, che è stato visto da alcune persone cadere in acqua da ponte Principe Umberto nel primo pomeriggio di lunedì. Potrebbe trattarsi di un gesto estremo

Sono ripartite nella mattinata di giovedì le ricerche dell'uomo che è stato visto finire nell'Adige, a Legnago, da ponte Principe Umberto. 
Anche il 28 agosto infatti le operazioni non hanno dato i frutti sperati, così i vigili del fuoco sono tornati a battere il letto del fiume con l'ausilio della squadra di sommozzatori proveniente da Vicenza, mentre in mattinata è stato anche utilizzato l'elicottero per monitorare la zona dall'alto.

Si tratterebbe un 45enne della Bassa, la cui denuncia di scomparsa è stata presentata ai carabinieri mercoledì. L'uomo sarebbe stato notato da alcuni testimoni nel pomeriggio di lunedì, intorno alle 13.30, sulla passerella ciclopedonale: avrebbe appoggiato la sua bici sul viadotto, per poi finire in acqua. Non si esclude quindi il gesto estremo e sul posto, oltre i militari, sta operando anche la polizia locale legnaghese: al vaglio ci sarebbero anche i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora nessuna traccia dell'uomo finito nell'Adige: proseguono le ricerche

VeronaSera è in caricamento