rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Bussolengo

Bloccato a 3200 metri di quota: 26enne recuperato dal Soccorso Alpino

L'intervento ha avuto luogo sul monte Vioz, in Val di Sole, dove il giovane originario di Bussolengo stava cercando di raggiungere il locale del rifugio per trascorrervi la notte

Nella notte tra giovedì e venerdì è scattato l'intervento del Soccorso alpino sul monte Vioz, in Val di Sole, dove un escursionista di 26 anni originario di Bussolengo era rimasto bloccato ad una quota di circa 3200 metri di altezza. 
Come riportano i colleghi di TrentoToday, il giovane era partito con l'intento di raggiungere il locale invernale del rifugio Vioz (a 3500 metri di quota) per trascorrervi la notte, ma con l'arrivo del buio e il sentiero reso difficile dalla neve, la salita è diventata estremamente complicata.

Erano circa le ore 22 quando è stato lanciato l'allarme da alcune persone che a valle hanno notato delle luci ad alta quota nell'oscurità. Attivato così il Soccorso alpino, il coordinatore dell'Area operativa Trentino occidentale ha inviato sul posto una squadra di tre operatori della stazione di Pejo per controllare che non ci fossero persone in difficoltà. I gestori dell'impianto di risalita Pejo 3000 hanno poi aperto la funivia, consentendo ai soccorritori di salire fino a circa 3mila metri. Da lì, si sono incamminati a piedi verso il rifugio Vioz fino a quando hanno trovato il 26enne, che aveva intenzione di trascorrere la notte all'addiaccio, intorno alle 23.45. Il giovane è stato rifocillato con una bevanda calda, dopodiché è stato accompagnato a valle in sicurezza fino alla macchina. Non è stato necessario alcun ricovero in ospedale e l'intervento si è concluso intorno alle 1.30 della notte.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccato a 3200 metri di quota: 26enne recuperato dal Soccorso Alpino

VeronaSera è in caricamento