Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Stazione / Piazzale 25 Aprile

Il controllo diventa perquisizione: 23enne in stazione con quasi mezzo etto di hashish

Gli agenti della Polfer intendevano solo controllare i suoi documenti ma il ragazzo si è stranamente agitato ed è stato quindi portato in ufficio, dove il suo zaino è stato controllato

Nella serata di ieri, personale della Polizia Ferroviaria del Settore Operativo di Verona Porta Nuova impegnato costantemente nei servizi di controllo e vigilanza della stazione, ha proceduto all’arresto di un cittadino marocchino per reati concernenti gli stupefacenti.
Nella circostanza gli agenti durante il normale servizio di controllo all’interno della Stazione sono stati insospettiti da un giovane di circa venticinque anni che, alla normale richiesta di esibire i documenti, ha mostrato inquietudine e tensione che mal si conciliavano con il semplice accertamento documentale; è stato pertanto invitato a seguire gli agenti in Ufficio.
Qui, il controllo dello zaino ha permesso di rinvenire un marsupio all’interno del quale è stata trovata una confezione contenente un unico pezzo di hashish del peso di 41 grammi.

L’uomo, un marocchino di 23 anni, con precedenti per rapina aggravata, è stato arrestato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. 
Sottoposto nella mattinata odierna a processo per direttissima, nei confronti del giovane, per il quale il Giudice ha comunque convalidato l’arresto, è stata disposta la misura dell’obbligo di firma quotidiano, presso la Caserma dei Carabinieri nel Comune dove ha eletto domicilio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il controllo diventa perquisizione: 23enne in stazione con quasi mezzo etto di hashish

VeronaSera è in caricamento