menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Voleva gettarsi nel fiume: rintracciata in tempo dai carabinieri una 23enne

La giovane si era allontanata da casa con le chiavi e il cellulare, con l'intenzione di lanciarsi nel Fratta, dopo avervi chiuso all'interno la madre. I militari però sono riusciti a trovarla in tempo e a convincerla a desistere dalle proprie intenzioni

È stato provvidenziale, nella notte tra lunedì e martedì, l'intervento dei carabinieri per salvare la vita di una 23enne, pronta a compiere un gesto estremo. 
Una chiamata arrivata al 118, aveva lanciato l'allarme sul forte stato depressivo in cui si trovava la ragazza, la quale aveva manifestato la propria intenzione di mettere fine alla propria vita. Allertati dunque i carabinieri della Compagnia di Legnago, sono intervenuti gli uomini della stazione di Cologna Veneta del luogotenente Fabrizio Di Donato, coordinati poi dal Maresciallo di Minerbe Simone Bazzani. 
I militari allora si sono diretti alla casa dove la giovane abitava insieme ai propri familiari, trovando la madre: la figlia infatti se ne era andata portando con sè cellulare e chiavi dopo aver chiuso dentro la donna, la quale ha raccontato alle forze dell'ordine dei problemi, soprattutto di carattere familiare, che avevano afflitto la 23enne. 

Si è così messo in moto il dispositivo predisposto per questi casi, con gli operatori dell'Arma che hanno immediatamente dato il via alle ricerche, così da rintracciare la giovane il prima possibile. Operazioni che fortunatamente hanno dato il loro frutto in tempo: la 23enne è stata infatti rintracciata sugli argini del Fratta nella zona di San Salvaro, nel comune padovano di Urbana.
A quel punto è iniziata la fase più difficile del lavoro dei carabinieri, ovvero quella di riuscire a far desistere la giovane dai propri intenti. Con il dovuto tatto però, i militari sono riusciti piano piano ad avvicinarla e a tranquillizzarla, dopo una fase iniziale in cui sembrava non voler sentire ragioni. Alla fine fortunatamente tutto si è risolto con un lieto fine e la ragazza è stata fatta salire su un'ambulanza che l'ha condotta all'ospedale Fracastoro, nel reparto Psichiatria, dove verrà seguita da medici e personale specializzato, che l'accompagneranno lungo il suo percorso di recupero. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento