Si era allontanato dall'assistente sociale, 16enne aiutato dai carabinieri

Il giovane aveva girovagato tra Monteforte d'Alpone e San Bonifacio. I militari lo hanno convinto a salire nella loro auto e lo hanno accompagnato dai genitori

Foto di repertorio

Era sfuggito un attimo al controllo di un assistente sociale a Monteforte d'Alpone e così un 16enne ha girovagato per qualche chilometro fino a San Bonifacio, ieri pomeriggio, 26 aprile, mettendo in agitazione l'assistente sociale e i genitori.

Il ragazzino, in difficoltà, è stato visto da diversi cittadini ed ha accettato l'aiuto dei carabinieri di San Bonifacio. I militari lo hanno convinto a salire in auto con loro e lo hanno portato a casa. E proprio nel momento in cui l'adolescente veniva riconsegnato alla custodia dei genitori, l'assistente sociale si è presentata nella caserma dei carabinieri guidati dal capitano Daniele Bochicchio. La donna è stata subito tranquillizzata, dicendole che il 16enne era stato trovato e trasportato nella sua abitazione.

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Must have moda estate 2019: i consigli dell'esperto

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • I 7 "must have" dell'estate 2019

I più letti della settimana

  • Strano viavai da un bar, scatta il blitz: trovata della cocaina, 46enne arrestata

  • Si guasta l'auto e viene investito: un morto e un ferito a Verona dopo l'incidente sulla T4-T9

  • Shopping a prezzi ribassati, arrivano i saldi estivi: quando iniziano a Verona e consigli utili

  • In Veneto ci sono 73.812 inadempienti all'obbligo vaccinale, Burioni: «Terrorizzante»

  • Bimba in Rianimazione a Verona dopo infezione da tetano: «Condizioni stazionarie»

  • Bimba non vaccinata in rianimazione a Borgo Trento, duro Burioni: «Antivaccinisti somari»

Torna su
VeronaSera è in caricamento