Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Milano / Via Fratelli Govoni

Verona. Lo credono un "topo d'appartamento" e invece ha 16 kg di cocaina nascosti in auto

La segnalazione di un cittadino ha portato i carabinieri di Verona in via Govoni: l'uomo infatti aveva segnalato la presenza di alcuni loschi personaggi in un garage di una palazzina

Ancora una volta la cooperazione tra cittadini e forze dell'ordine porta all'arresto di un criminale. Questa volta si tratta di un uomo di origini albanesi di 37 anni, scoperto in possesso di 16 chilogrammi di cocaina, che avrebbero fruttato in tutto 650mila euro se venduta all'ingrosso. 
Un residente del quartiere di Borgo Milano ha notato uno strano viavai di persone in un garage di una palazzina in via Govoni: personaggi piuttosto sospetti e non italiani, che gli hanno fatto temere si potesse trattare di una banda di ladri. A quel punto allora, il cittadino ha avvisato il 112 della cosa, esponendo anche i suoi stessi sospetti e fornendo il modello dell'auto degli individui, una Fiat Stilo.

Gli stessi militari giunti sul posto quindi pensavano quindi di avere a che fare con alcuni ladri, ma si sono trovati davanti ad una sorpresa. Quando i carabinieri della stazione di Parona e quelli del nucleo radiomobile hanno fermato l'auto in uscita dal condominio, anziché trovare gli arnesi da scasso, hanno rinvenuto sette panetti da un chilo l'uno di cocaina nascosti sotto i sedili posteriori. Questo ha portato le forze dell'ordine a perquisire anche lo stesso 37enne, trovandogli delle chiavi addosso. Provate nelle varie autorimesse della palazzina di via Govoni ne aprivano una, all'interno della quale sono stati trovati altri 9 panetti, per 16 kg complessivi di cocaina. 

L'uomo era in Italia grazie ad un visto turistico e ora per lui il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona. Lo credono un "topo d'appartamento" e invece ha 16 kg di cocaina nascosti in auto

VeronaSera è in caricamento