Si tuffa in acqua e non riemerge: salvato un 12enne sul lago di Garda

L'episodio è avvenuto nella parte trentina del lago, non lontano dal confine con il Veronese: il ragazzino sarebbe stato colto da idrocuzione dopo essere buttato in acqua sotto gli occhi di alcuni amici

Un salvataggio dei vigili del fuoco di Riva del Garda

Un malore stava per spezzare la giovane vita di un 12enne tedesco, in vacanza sul lago di Garda insieme alla famiglia. Il giovanissimo infatto è stato colto da idrocuzione, altrimenti conosciuta come "sincope da immersione rapida".

Come riferiscono i colleghi TrentoToday, il turista si sarebbe tuffato in acqua dalla spiaggia del Corno di Bo, situata nella zona di Nago-Torbole, non distante dal confine con il Veronese. Questo sotto gli occhi di alcuni amici, che però non lo hanno più visto riemergere: il ragazzo infatti era svenuto in acqua ed è scattato così l'allarme al 112. 

La spiaggia però è raggiungibile solamente a piedi e in aiuto del 12enne sono così arrivati i vigili del fuoco via acqua, che dopo averlo recuperato lo hanno immobilizzato sulla barella spinale galleggiante e trasferito sul gommone della Polizia di Stato, con a bordo il medico d'urgenza.

A quel punto è stato trasportato fino al porto velico di Torbole, da lì in ambulanza ha raggiunto la piazzola dove nel frattempo era atterrato l'elicottero, ed è stato quindi trasferito a bordo del velivolo verso l'ospedale Santa Chiara di Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento