rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Cronaca

Rapina e botte ad un immigrato, in manette due degli aggressori

I carabinieri hanno arrestato due marocchini ritenuti responsabili di aver rapinato il cellulare a un immigrato del Bangladesh, su un autobus di linea il 15 dicembre scorso

I carabinieri della compagnia di Verona hanno arrestato due marocchini ritenuti responsabili di aver rapinato il cellulare a un immigrato del Bangladesh, su un autobus di linea il 15 dicembre scorso.

L’immigrato, mentre rientrava a bordo di un bus nella casa di accoglienza dove era ospite, era stato aggredito da tre persone, due delle quali lo hanno tenuto per le spalle, mentre il terzo lo prendeva a pugni. Il ventiquattrenne, domiciliato a Verona, era dovuto ricorrere alle cure mediche per le ferite riportate. La vittima ha denunciato l’aggressione dopo qualche giorno, vincendo la paura solo grazie all’interessamento di un assistente sociale, insospettitosi per il suo cambio di umore.

I carabinieri, partendo dalla descrizione fatta dal giovane e dalle testimonianze raccolte da chi era sull’autobus, sono riusciti a risalire ai rapinatori, poi riconosciuti nelle fotografie dalla vittima. Due degli aggressori sono stati arrestati, mentre il terzo è riuscito a fuggire in Marocco.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina e botte ad un immigrato, in manette due degli aggressori

VeronaSera è in caricamento