Bonus condizionatori 2019: come funziona la detrazione climatizzatore

Come ottenere e a quanto ammontano gli incentivi fiscali per i contribuenti

Pensavi di acquistare un nuovo climatizzatore per la tua casa? Allora ti interesserà sapere che puoi risparmiare ottenendo degli incentivi sull’acquisto: è il Bonus Condizionatori 2019.

Se le ultime previsioni dei meteorologi sono esatte, già dal mese di maggio assisteremo all’arrivo della prima vera ondata di caldo, quindi l’estate che sta per arrivare sarà probabilmente una delle più cocenti degli ultimi tempi.

Che cos’è il Bonus Condizionatori 2019?

La detrazione sui condizionatori fa parte delle svariate agevolazioni fiscali previste dalla legge di bilancio 2019, per incentivare l’economia e aiutare le famiglie negli acquisti di elettrodomestici che migliorano l’efficienza energetica e mobili per la casa.

Il bonus è una detrazione relativa all’imposta sul reddito delle persone fisiche IRPEF e, a seconda dei casi, varia dal 50% al 65% di rimborso.

E’ il caso di dire “una ventata di aria fresca” che vede un rimborso suddiviso in 10 rate annuali, sia per i bonus mobili sia nel caso dell’Ecobonus.

Ecco come richiedere il Bonus Condizioantori 2019.

Affinché la spesa sia detraibile dalla dichiarazione dei redditi, l’acquisto deve essere documentato. La misura del bonus dipende dal tipo di intervento e dal modello di impianto, distinguendo quindi se rientra nel bonus ristrutturazione, risparmio energetico o bonus mobili ed elettrodomestici.

Vanno bene sia i condizionatori d’aria in pompa di calore, cioè quelli che fungono da riscaldamento nella stagione invernale, ad integrazione o in sostituzione dell’impianto di riscaldamento già esistente, che per il raffreddamento.

Vediamo nel dettaglio l’installazione o la sostituzione del condizionatore, a quale tipo di detrazione danno diritto:

  • Bonus condizionatori con ristrutturazione edile: detrazione del 50% per impianti nuovi a pompa di calore che mirano al risparmio energetico + e riduzione IVA al 10%. Valido per unità immobiliari residenziali o parti comuni e condomini.
  • Bonus climatizzatori risparmio energetico: detrazione del 65% per sostituire l’impianto di riscaldamento esistente con condizionatori a pompa di calore. Detrazione valida per abitazioni, uffici negozi ecc…
  • Bonus condizionatori con bonus mobili con ristrutturazione: detrazione del 50% per una ristrutturazione edilizia straordinaria su singole abitazioni o condomini. Detrazione fruibile anche per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici A+ (A per i forni), compresi i climatizzatori.
  • Bonus condizionatori senza ristrutturazione: fruibile se si sostituisce interamente il vecchio impianto con un nuovo a pompa di calore e ad alta efficienza energetica.

Come pagare il nuovo condizionatore per ottenere la detrazione?

  • Effettua l’acquisto entro il 31 Dicembre 2019.
  • Paga tramite bonifico postale, bancario ordinario o bonifico bancario parlante per bonifici relativi a lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati.
  • Conserva dichiarazioni, fatture, ricevute di pagamento e documentazione di addebito sul c/c
  • Indica la spesa nel 730 o nel Modello Unico.

Per avere maggiori informazioni ed istruzioni per richiedere il Bonus Condizionatori 2019 è possibile consultare la guida pubblicata sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate: Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palazzo Poste a Verona: dove design e arte si incontrano

Torna su
VeronaSera è in caricamento