Sale il mattone a Verona, aumentati compravendite e valore delle case

La domanda proviene sia da famiglie e sia da investitori che vogliono acquistare immobili da mettere poi in affitto o da trasformare in alloggi temporanei per turisti

Secondo le analisi dell'Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, nel secondo semestre del 2018 e in rapporto al primo semestre dello stesso anno, i valori immobiliari di Verona sono cresciuti dell'1,8%. Le compravendite sono in ripresa (+5,2% nel 2018 rispetto al 2017) e la domanda proviene sia da famiglie alla ricerca della prima casa o di una soluzione migliorativa, sia da investitori che vogliono acquistare immobili da mettere poi in affitto o da trasformare in alloggi temporanei per turisti.
I prezzi delle case sono in aumento in quasi tutte le zone della città, l'unica eccezione è l'area di Borgo Milano-Stadio-Navigatori.

ZONA CENTRO

Nel secondo semestre del 2018 la macroarea Centro ha evidenziato un aumento dei valori pari al 3,2% rispetto al semestre precedente. Mercato vivace in zona Veronetta dove si segnala un lieve rialzo delle quotazioni grazie ad un aumento sia del numero sia della qualità delle richieste. La domanda è sempre alta anche sul segmento dell'investimento, in particolare negli ultimi semestri si registra una buona domanda di tipologie da trasformare in B&B e in case vacanza.
Le cifre più alte si spendono per soluzioni situate in palazzi storici e caratterizzate da affreschi e travi a vista, si tratta infatti di tipologie che garantiscono rendimenti maggiori essendo più apprezzate dai turisti, in particolare da quelli stranieri. Chi invece acquista l'abitazione principale si dimostra attento alla qualità del contesto abitativo: in questo caso la tipologia più richiesta è il trilocale. Molto ambite anche le abitazioni meno signorili ma più panoramiche che si affacciano sull'Adige.
Nell’area compresa tra viale dell'Università e via Campofiore continua il recupero di alcune ex caserme, al cui posto sorgeranno un parco pubblico e appartamenti sia in edilizia convenzionata di classe B sia in edilizia libera.
Sul mercato delle locazioni si registra un lieve aumento degli affitti. La domanda è in aumento e a cercare sono giovani coppie oppure single ed universitari.

ZONA BORGO TRENTO

La macroarea Borgo Trento segnala un rialzo delle quotazioni pari al 2,5%. Mercato vivace nell'area di Avesa, Cesiolo, Pindemonte e Valdonega nella seconda parte del 2018. Aumenta la fiducia dei potenziali acquirenti e cresce di conseguenza il numero di richieste e di compravendite. La domanda arriva sia da coppie e famiglie in cerca della prima casa sia da investitori. La presenza dell'ospedale alimenta la domanda di abitazioni per avviare attività di affittacamere per soddisfare le richieste di personale ospedaliero e di familiari dei degenti, oltre che di qualche turista. Da segnalare anche acquisti da parte di costruttori per ristrutturare, frazionare e rivendere oppure da parte di investitori classici per mettere a reddito. La domanda di appartamenti in affitto è buona ma l'offerta è scarsa in conseguenza all'espandersi della presenza di attività di affittacamere e B&B.
La zona di Pindemonte è sempre molto richiesta grazie alla presenza di tutti i servizi, di locali commerciali e dell'ospedale. Piace molto anche l'area di Valdonega, caratterizzata dalla presenza di immobili signorili e immersa in un'area verde, tranquilla e prossima al centro storico. Cesiolo si sviluppa lungo via Mameli e si caratterizza per una parte più prestigiosa e più costosa nella zona collinare e per una parte bassa molto richiesta.

ZONA BORGO MILANO-STADIO-NAVIGATORI

Stabili le quotazioni immobiliari nell'area di Ponte Catena, Saval e Navigatori nella seconda parte del 2018. Il numero di richieste è alto ed in crescita, in particolare per quanto riguarda la zona di Ponte Catena sempre molto apprezzata per la vicinanza al centro e all'ospedale di Borgo Trento. La presenza della struttura ospedaliera spinge molti investitori a comprare per poi affittare a praticanti e al personale medico. Chi compra per mettere a reddito cerca in genere bilocali. Chi è in cerca della prima casa, oppure della soluzione migliorativa, si focalizza soprattutto su trilocali e quattro locali.
Il quartiere più richiesto è quello di Ponte Catena ma l'offerta di immobili in vendita è bassa e con prezzi più alti rispetto ad altri quartieri come quello dei Navigatori e del Saval.

ZONA BORGO ROMA-GOLOSINE

La macroarea Borgo Roma-Golosine ha evidenziato un aumento delle quotazioni pari all'1,3% rispetto al semestre precedente. Prezzi in lieve aumento in Borgo Roma dove si registra un ritorno della domanda di investimento grazie alla presenza di alcune facoltà universitarie e alla vicinanza con il policlinico. L’investimento classico si focalizza su bilocali, ma sono richiesti anche tagli ampi.
Sempre molto richiesta la zona di San Matteo, area verde e ben servita, sorta nei pressi dell'ospedale e dove si possono acquistare tipologie realizzate tra la fine degli anni '80 ed i primi anni 2000. Soluzioni indipendenti si trovano al Pestrino e interessante è anche la zona di via Romagna, via Forlì e via Cesena, area prettamente residenziale richiesta anche da investitori. Palazzina è una frazione ubicata nella periferia a sud di Borgo Roma ed è caratterizzata da soluzioni indipendenti e contesti condominiali con poche unità abitative. Si tratta di un'area interessante perché comoda per il raggiungimento di tangenziali ed autostrade e comunque non troppo distante dal centro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casa Smart: come funziona lo spioncino digitale

  • Pulizie di cambio stagione? Ecco come affrontarle

  • Quattro metodi naturali e veloci per un piano cottura brillante

Torna su
VeronaSera è in caricamento