Domenica, 24 Ottobre 2021
Aziende

Il giornalista veronese Lorenzo Fazzini prende le redini di EMI

Dopo quasi 40 anni di vita l’Editrice Missionaria Italiana, la struttura editoriale degli istituti missionari, ha un direttore laico, che prende il posto di padre Giovanni Munari, comboniano

Dopo quasi 40 anni di vita l’Editrice Missionaria Italiana (EMI), la struttura editoriale degli istituti missionari, ha un direttore laico: si tratta di Lorenzo Fazzini, giornalista, che prende il posto di padre Giovanni Munari, comboniano. Lecchese di nascita ma veronese di residenza, 34 anni, Fazzini ha lavorato all’agenzia missionaria AsiaNews e al quotidiano Avvenire, oltre ad esser stato il responsabile della comunicazione del Festival Biblico di Vicenza e consulente editoriale per diversi anni alle Edizioni Lindau di Torino.

IL PROTAGONISTA - Sposato, padre di due figli, Fazzini guida la casa editrice fondata nel 1973 da quattro istituti missionari (comboniani, saveriani, PIME, missionari della Consolata) e in seguito allargatasi a 15 soggetti italiani. Affianca il direttore editoriale Pier Maria Mazzola nella conduzione della casa editrice che, basata a Bologna, pubblica testi dedicati ai temi caldi e cari alla missione: il primo annuncio, il dialogo interreligioso, le questioni della pace, giustizia, salvaguardia del creato, i nuovi stili di vita, le biografie dei grandi protagonisti della Chiesa e delle religioni. Da oggi il sito www.emi.it si arricchisce di nuovi due blog: “Angolo di letture” del direttore Fazzini e “L*asterisco” del direttore editoriale Mazzola.

IL COMMENTO - “Nel panorama editoriale ed ecclesiale italiano l’EMI rappresenta sicuramente un soggetto particolare - afferma Fazzini -. Anzitutto è eloquente che già 40 anni fa diversi soggetti missionari abbiano deciso di dar vita ad un’unica casa editrice che, pur nella diversità di tematiche e sensibilità, offrisse in maniera unitaria alla cultura italiana un’apertura qualificata sulla missione, l’approccio alle altre culture e religioni, i nodi di un’economia più giusta ed equa. Quella scelta si è rivelata vincente. Un segno, questo, di comunione ecclesiale che fa onore ai promotori di questa coraggiosa iniziativa”. Oggi EMI ha un catalogo di oltre 800 titoli e una produzione annua tra i 50 e i 60 libri. “Inoltre - conclude Fazzini - in un tempo in cui anche il mondo dell’editoria cerca di rincorrere l’effimero e il successo a tutti i costi, la peculiarità dell’EMI – all’avanguardia in Italia nel proporre i nuovi stili di vita – risalta nella qualità delle sue proposte e nell’offrire stimoli preziosi di riflessione. Tali stimoli non sono rivolti unicamente al mondo ecclesiale, bensì, grazie alla propria angolatura missionaria sul mondo e le sue vicende, intendono proporre una visuale feconda e positiva per tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giornalista veronese Lorenzo Fazzini prende le redini di EMI

VeronaSera è in caricamento