Venerdì, 22 Ottobre 2021
Aziende

Quando l'innovazione va sostenuta: 8 milioni alle imprese scaligere

La Camera di Commercio apre alle richieste di contributo da parte delle realtà produttive provinciali: l’ambizioso obiettivo è arrivare a uno stanziamento annuo di oltre 8 milioni

L’Ente camerale veronese metterà a disposizione, nel 2013, 8,2 milioni di euro a sostegno dell’economia veronese. E’ la cifra stanziata dal bilancio di previsione 2013, approvato il 13 dicembre dal Consiglio camerale. In considerazione del perdurare del momento di congiuntura economica anticiclica, l’Ente sta dedicando negli ultimi anni particolare attenzione al sostegno agli investimenti volti a favorire progetti di innovazione tecnologica e di internazionalizzazione.

SOLO ONLINE - In linea con il processo di digitalizzazione della pubblica amministrazione, una delle principali novità, rispetto al passato, è l’introduzione dell’invio delle domande di contributo esclusivamente con modalità telematica, completamente gratuita previa registrazione sul sito www.registroimprese.it. E’ stato, inoltre, eliminato il criterio prioritario, nella formazione della graduatoria finale, determinato dalla data di invio dell’istanza. L’unico parametro che verrà preso in considerazione ai fini della determinazione dei beneficiari finali sarà dato dall’ammontare, in ordine crescente, dell’investimento, a partire da un minimo di € 5.000,00 IVA esclusa. 

IL COMMENTO - “Abbiamo voluto dare un segnale forte di continuità nella promozione economica e di fiducia alle nostre imprese – afferma Alessandro Bianchi, Presidente della Camera di Commercio di Verona – in un momento in cui il pessimismo sulla ripresa potrebbe incidere negativamente sulla propensione agli investimenti. Gli investimenti sono fondamentali per garantire alle imprese la capacità competitiva necessaria a rimanere sul mercato ed a svilupparsi. I contributi sull’innovazione tecnologica, che eroghiamo ormai da 14 anni, mirano a investire nelle imprese “in salute”. Nell’attuale contesto di crisi economica le carte vincenti per restare sul mercato sono la competitività e l’efficienza delle imprese veronesi, il cui differenziale si gioca sulla capacità di ottimizzare i processi interni e sulle modalità di porsi verso l’esterno”.  “Abbiamo lavorato celermente e in sintonia, proponendo, in poco meno di un mese, due strumenti ormai consolidati e di sicuro volano per l’economia veronese – spiega Damiano Berzacola, Presidente della Commissione Bandi della Camera di Commercio di Verona e componente di Giunta – per far fronte alle necessità delle imprese ed in fretta. Inoltre, nel 2013, verranno studiati altri interventi economici a supporto dell’economia locale, con l’intento di mettere a disposizione delle imprese veronesi risorse pari almeno allo stanziamento 2012, quando l’Ente aveva messo a disposizione 8,6 milioni di euro”.

CONTRIBUTI FONDAMENTALI - Il bando sull’innovazione tecnologica nel corso degli anni ha sempre riscosso un notevole successo. Tra il 1999 e il 2011, a fronte di uno stanziamento di oltre 13,6 milioni di euro per favorire gli investimenti in innovazione tecnologica, sono pervenute alla Camera di Commercio oltre 10 mila richieste di sostegno.  Il bando sull’internazionalizzazione si inserisce nel quadro delle agevolazioni per sostenere ed incentivare l’attività promozionale delle imprese veronesi e la loro capacità di “aggredire nuovi mercati”. Vale anche per il 2013 l’impulso all’aggregazione delle imprese locali, che potranno beneficiare di particolari aiuti in caso di partecipazioni fieristiche in forma aggregata (ATI o accordo di progetto). In particolare il bando andrà a finanziare la presenza a manifestazioni internazionali in Italia e/o all’estero che si svolgeranno fino al 31 luglio 2013.  La Camera di Commercio ha calcolato l’effetto volano dei contributi sull’economia sulla base degli investimenti effettuati dalle aziende: per un euro di contributo, ne sono investiti circa 11.  Di conseguenza si stima che i quasi 3 milioni di euro stanziati per i bandi 2013 andranno a generare investimenti diretti per circa 33 milioni.  I bandi saranno aperti dall’11 gennaio 2013 per l’internazionalizzazione e dal 16 gennaio 2013 per l’innovazione tecnologica e chiuderanno in scadenze diverse a seconda dei bandi, come pure diversi sono i periodi di riferimento per l’ammissibilità a contributo delle spese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando l'innovazione va sostenuta: 8 milioni alle imprese scaligere

VeronaSera è in caricamento