Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Caldo africano e green pass non spaventano i turisti: pienone nel weekend per musei e monumenti di Verona

Quasi 11 mila biglietti sono staccati nei principali siti d'interesse cittadini tra il 13 e il 15 agosto: a far registrare il maggior numero di ingressi è l'anfiteatro Arena (4209), seguito dal Cortile di Giulietta (3264)

Sono quasi 11 mila i biglietti staccati dai Musei civici di Verona nel weekend di Ferragosto. Un bilancio più che positivo, per una media di circa 3.500 ingressi al giorno da venerdì 13 a domenica 15 agosto.

Numeri in linea con i principali eventi e festività cittadine, quando si registra la maggior affluenza di turisti e visitatori che, oltre ad ammirare il centro e le bellezze della città, si recano nei principali musei e nei luoghi di cultura. Secondo quanto affermato da Palazzo Barbieri, questi dati confermano in maniera importante non solo il ritorno del turismo a Verona, ma ma anche come le nuove misure anti covid, a cominciare dal green pass, non abbiamo inciso sugli ingressi e sulle visite già programmate o organizzate all’ultimo momento.
Nemmeno il caldo africano di questi giorni ha avuto la meglio sui visitatori, che non hanno rinunciato ad entrare in Arena e nel Cortile di Giulietta. I due sono infatti i siti più visitati nel fine settimana: il primo con 4209 ingressi registrati da venerdì a domenica, il secondo con 3264.
Bene anche il Museo di Castelvecchio, che nei tre giorni indicati ha staccato 1258 biglietti, più di 400 al giorno. A seguire la Galleria d’Arte Moderna, con 724 ingressi, il Museo degli Affreschi con 583, il Museo Archeologico al Teatro Romano con 546 e il Museo di Storia Naturale con poco più di 299 ingressi.

Dal 6 agosto, come previsto dai provvedimenti del Governo, vi è l’obbligo del Green pass anche per accedere ai musei cittadini e ai luoghi di cultura, tra cui la Casa di Giulietta. Per tali siti, e in particolare per quelli dove è più facile il formasi di code con persone in attesa, l’Amministrazione ha dato indicazioni affinché ci sia sempre personale preposto a sensibilizzare e informare visitatori e turisti circa le nuove regole di ingresso, al fine di evitare attese inutili magari sotto il sole.

«Numeri davvero positivi, tanto più se contestualizzati al periodo che abbiamo attraversato - commenta l’assessore alla Cultura Francesca Briani -. Questi numeri fanno tornare Verona ai flussi ante Covid, e le nuove normative di accesso non hanno fermato chi cerca i luoghi di cultura e le città d’arte. L’obbligo di esibire il Green pass infatti non ha inciso sulle visite ai musei cittadini, che nel weekend di Ferragosto registrano ingressi in linea con i periodi turisticamente più ‘caldi’ dell’anno, come le festività natalizie e i principali eventi. Un segnale del deciso ritorno dei visitatori a Verona, che trovano una città preparata ad accoglierli con numerose proposte culturali e un’organizzazione adeguata per garantire la sicurezza. Il nostro personale è formato per accogliere i turisti secondo le nuove regole di accesso e rendere il più gradevole possibile la loro permanenza in città».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo africano e green pass non spaventano i turisti: pienone nel weekend per musei e monumenti di Verona

VeronaSera è in caricamento