rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Weekend su due ruote a Verona, tutte le iniziative per l'arrivo del Giro d'Italia

Ai Bastioni Santo Spirito, gli agenti della polizia locale illustrano a piccoli e grandi ciclisti le principali regole di sicurezza stradale. In palio due bici elettriche con il concorso Muoversi. E dopo la tappa concerto gratuito della Jazzset Orchestra in Cortile Mercato Vecchio

Sarà un weekend all'insegna delle due ruote a Verona. Le due ruote delle biciclette del Giro d'Italia che domenica, 29 maggio, si concluderà in Arena. Ma anche le bici dei bimbi alle prese con le prime esperienze in sella e le bici in palio con il concorso legato al Giro.

In attesa di conoscere il campione del 105esimo Giro d'Italia, il Comune di Verona promuove una serie di iniziative per coinvolgere i cittadini nell’attesa delle premiazioni ma anche per sensibilizzare sull’importanza della mobilità sostenibile. Andare in bici, infatti, fa bene, è economico, non inquina ed è divertente. L’importante è farlo in modo sicuro, rispettando le regole della strada e prestando la massima attenzione quando si pedala nel traffico. Soprattutto se si è ciclisti in erba.
È allora rivolto ai bambini dai 6 anni in su l’evento che il Comune organizza per insegnare loro ad usare al meglio la propria bicicletta e approfondire quelle poche ma fondamentali regole per pedalare in città in tutta sicurezza. L'appuntamento è per sabato 28 maggio dalle ore 15 ai Bastioni Santo Spirito, in Circonvallazione Oriani. Qui, nei percorsi a ridosso delle Mura, gli agenti della polizia locale saranno a disposizione di bambini e famiglie, ma anche di adulti interessati ad un uso più consapevole della bicicletta, per illustrare le principali regole di sicurezza stradale, come usare la bici quando si è sulla strada e quali accorgimenti non devono mai mancare per una pedalata in serenità. Insieme agli agenti, ci saranno i volontari della Fiab, gli Amici della bicicletta che oltre a spiegare i tanti motivi per i quali usare la bici fa bene a se stessi e all'ambiente saranno a disposizione per il tradizionale rito della marchiatura. Sarà infatti possibile registrare con un codice il telaio della propria bicicletta per ritrovarla in caso di furto.

C'è invece tempo fino al 30 giugno per partecipare al concorso inserito nel progetto Muoversi per la promozione della mobilità sostenibile in occasione del Giro d'Italia 2022. L’iniziativa del Comune, realizzata con il contributo della Camera di Commercio di Verona e di Agsm-Aim, premierà coloro che nel periodo dal 6 al 30 maggio percorreranno il maggior numero di chilometri di strada negli spostamenti quotidiani a piedi o in bicicletta. Il monitoraggio dei chilometri percorsi sarà effettuato attraverso il servizio Muoversi di VeronaSmartApp. In palio ci sono due biciclette elettriche per i primi due classificati e altri 200 premi in kit t-shirt, cappellino e sacca griffati Giro d’Italia.

«Ci aspetta un weekend di festa, emozioni e tante iniziative - ha detto l'assessore allo sport Filippo Rando - La tappa finale del Giro sarà protagonista assoluta della giornata di domenica, ma sono tanti gli appuntamenti legati all’evento per appassionare i cittadini e sensibilizzare sulla mobilità sostenibile. Per i più piccoli il Comune organizza infatti un pomeriggio ai Bastioni dedicato all’educazione stradale, con il supporto di Fiab e polizia locale, per insegnare ai nostri bimbi, ma non solo, ad andare in bici in sicurezza».
«Cogliamo l'occasione del Giro per promuovere la mobilità sostenibile - ha aggiunto l'assessore all'ambiente Ilaria Segala - In questi cinque anni di mandato abbiamo aumentato del 12% i chilometri di piste ciclabili sul territorio, altri 100 sono già stati progettati e vedranno presto la realizzazione. Con il concorso legato al Giro ci sono in palio due biciclette elettrice e altri 200 premi, sono certa che i veronesi parteciperanno numerosi sfidandosi a chi pedala e cammina di più».

Il passaggio del Giro d'Italia comporterà cambiamenti alla viabilità. Lungo tutto il percorso sarà istituito il divieto di transito dalle 8 alle 18 di domenica 29 maggio. Le Torricelle saranno interdette anche alle due ruote, perché sono previste le prove pre gara, il passaggio della carovana pubblicitaria e dei mezzi di sicurezza nel caso di necessità. Dalle 20 di sabato 28 maggio vigerà anche il divieto di sosta lungo tutto il tracciato. E per garantire ordine e sicurezza pubblica, il parcheggio Centro e il Terminal Bus rimarranno chiusi dalle 11 alle 18 di domenica. I bus turistici potranno sostare al parcheggio C dello Stadio.

E finito il Giro, parte la musica. Domenica, a chiusura della giornata veronese dedicata alla tappa finale, in Cortile Mercato Vecchio si terrà il concerto gratuito della Jazzset Orchestra con i suoi diciotto orchestrali, la voce solista di Rossana D'Auria e la direzione del Maestro Gilberto Merli. Un evento promosso dal Comune per intrattenere veronesi e visitatori che si trovano in città per l’evento sportivo, uno spettacolo che saprà coinvolgere grandi e piccini, ad ingresso libero e con inizio alle 19.

Libro_Renzo_Puliero_Ciclismo_Verona-2

Infine, l'amore di Verona per il ciclismo e il Giro d'Italia è testimoniato anche da un libro presentato questa mattina nella sala Arazzi di Palazzo Barbieri. Il volume "Verona e il Giro 1909-2021. La corsa rosa è storia d'amore e realizza i sogni" è stato scritto dal giornalista e grande esperto di ciclismo Renzo Puliero e nelle sue oltre 300 pagine racconta nel minimo dettaglio il legame tra la città e la corsa rosa, con ritratti e le vittorie dei ciclisti veronesi nelle tappe italiane. Il tutto con bellissime foto a colori e in bianco e nero, statistiche, aneddoti, interviste ma anche le pagine dei giornali dell’epoca.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend su due ruote a Verona, tutte le iniziative per l'arrivo del Giro d'Italia

VeronaSera è in caricamento