rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Volotea mette in palio 90mila euro. A contenderseli due progetti veronesi

Quattro le realtà del Veneto che possono aggiudicarsi il finanziamento della compagnia aerea low cost, tra cui la Biblioteca Capitolare ed il progetto Verona for all

Volotea rafforza il suo legame con il Nordest e annuncia l'avvio di #Volotea4Veneto, un'iniziativa nata in collaborazione con Save e Regione Veneto, a sostegno della cultura locale. Quattro progetti, promossi da altrettante istituzioni del territorio, sono in lizza per aggiudicarsi il finanziamento stanziato dalla compagnia aerea low cost, che prevede un investimento totale di 100mila euro, 90mila dei quali destinati al progetto più meritevole e il restante dedicato alla promozione di questa speciale attività culturale e a rendere il contest accessibile a tutti. Il progetto vincitore sarà decretato online dagli utenti, che potranno esprimere la loro preferenza sul sito www.volotea4veneto.it a partire da oggi, 7 aprile, al 22 maggio. E tra tutti coloro che parteciperanno alla votazione, verrà estratto un fortunato vincitore che si aggiudicherà un voucher del valore di tremila euro per volare gratuitamente per un anno con Volotea da Venezia e da Verona.

Diversissimi tra di loro, ma accomunati dal forte legame con il territorio, i quattro progetti spaziano dal restauro di opere in argilla e gesso ospitate dalla Gypsotheca Museo Antonio Canova, alla digitalizzazione di alcuni tra libri e pergamene custodite presso la Biblioteca Capitolare di Verona. Ci sono poi la creazione di percorsi tattili e 3D di alcuni iconici monumenti promossa da Verona For All e il restauro del labirinto e della torretta nel parco del Museo Nazionale Villa Pisani.

«Il Veneto, oltre ad averci conquistato con le sue innumerevoli meraviglie, ricopre un ruolo fondamentale nei nostri piani di sviluppo futuri. Vogliamo continuare a investire a livello locale, proponendo collegamenti verso un numero di destinazioni sempre più ampio e in linea con le esigenze di viaggio dei passeggeri, soprattutto in questo periodo così difficile», ha commentato Carlos Muñoz, presidente e fondatore di Volotea.
«Questo progetto è un esempio virtuoso di come soggetti privati e istituzioni pubbliche possano collaborare su comuni obiettivi, e rivolgiamo un particolare ringraziamento alla Regione Veneto, che ancora una volta si è dimostrata pronta a raccogliere l’invito a fare squadra con noi», ha aggiunto Monica Scarpa, amministratrice delegata di Save.
«Per fare impresa in una terra che vive di turismo è necessario salvaguardare i beni che la impreziosiscono, con investimenti che vanno al di là di un immediato profitto, ma garantiscono il consolidamento di quel capitale di valore inestimabile dato dall’insieme dei suoi tesori storici e culturali - ha commentato l'assessore al turismo della Regione Veneto Federico Caner - Un compito che la compagnia aerea Volotea e Save, con sensibilità e lungimiranza, hanno voluto assumersi. Attraverso la difesa e la riqualificazione dei siti, delle opere e dei giacimenti artistici che orgogliosamente il Veneto mette a disposizione della comunità nazionale e internazionale, si diffonde anche un messaggio di forte valenza promozionale: contiamo di lasciarci presto alle spalle il momento buio che stiamo vivendo e la nostra terra è pronta ad accogliervi nuovamente in tutta la sua bellezza».

Biblioteca Capitolare-3
(Biblioteca Capitolare)

Due le realtà veronesi in lizza per i 90mila euro messi in palio. La Biblioteca Capitolare non ha bisogno di presentazioni, mentre Verona for All è un progetto ideato dalla Camera di Commercio e dal Comune di Verona per offrire a famiglie, bambini e a non vedenti forme non ordinarie di visita dei monumenti e della città.
Verona for all prevede la realizzazione di modelli in tre dimensioni dei principali monumenti e siti di interesse culturale e paesaggistico di tutto il territorio della provincia di Verona. Sono sedici i modelli che saranno realizzati dal dipartimento di ingegneria civile ed architettura dell'università di Pavia attraverso rilievi laser scanner e stampanti 3d di ultima generazione. Modelli in scala che consentiranno a bambini e persone ipovedenti di toccare, immaginare e conoscere attraverso il tatto.
«Verona diventerebbe davvero una città per tutti - ha commentato l'assessore Francesca Toffali - Immaginiamo infatti una persona non vedente o ipovedente che si possa recare a sentire l’opera lirica all’arena, potendo prima percepire tra le sue mani la monumentalità del luogo dove la musica viene realmente suonata. Questo progetto permetterebbe davvero a tutte le persone di sentire e vedere in un modo non convenzionale la nostra città, una modalità nuova, divertente e curiosa per avvicinare sempre più persone alla conoscenza del nostro territorio e di ciò che offre. Uno strumento adatto a tutti, alle famiglie come ai più giovani. Quindi invito tutti a votare Verona for all».
E il vicepresidente della Camera di Commercio di Verona Paolo Tosi ha aggiunto: «Verona for All è un progetto di turismo diffuso e di inclusione sociale che punta a trasformare tutta la provincia di Verona nella prima destinazione turistica italiana per i non vedenti. Vogliamo realizzare un progetto che possa poi essere applicato e ripreso in tutte le province del Veneto per rendere la nostra Regione la prima destinazione turistica europea per i non vedenti e per le famiglie».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volotea mette in palio 90mila euro. A contenderseli due progetti veronesi

VeronaSera è in caricamento