Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Confiscata al crimine organizzato, villa Gabanel diventerà un bike hostel

Il bene è di proprietà del Comune di Bussolengo che dal 2018 ne ha affidato la gestione in comodato d’uso a Hermete, cooperativa di Fumane che opera sul territorio veronese progettando e implementando servizi educativi, culturali e sociali

È stato presentato nella mattinata di martedì 20 ottobre, in videoconferenza, il progetto di un bike hostel in “villa Gabanel”, bene confiscato alla criminalità organizzata e oggi di proprietà del Comune di Bussolengo.
Sono intervenuti all'evento il Presidente della Provincia, Manuel Scalzotto; il Sindaco di Bussolengo, Roberto Brizzi; il Presidente della cooperativa sociale Hermete, promotrice del progetto, Simone Perina; la responsabile Area Minori di Hermete, Marcella Esposito e il Coordinatore del bike hostel Gabanel, Andrea Gelmetti.

Foto Casa Gabanel-2

Con l’obiettivo di restituire valore alla villa attraverso un progetto di pubblica utilità, il Comune dal 2018 ne ha affidato la gestione in comodato d’uso a Hermete, cooperativa di Fumane che opera da vent’anni sul territorio veronese progettando e implementando servizi educativi, culturali e sociali.
Grazie ai lavori di ristrutturazione e adeguamento della struttura, Gabanel – situata in un’area strategica a circa 10 chilometri dalla città di Verona, dall’aeroporto e dal lago di Garda – riaprirà entro la prossima primavera come bike hostel con 17 posti letto, una cucina comune, giardino, orto e piscina. Inoltre, nella villa si svolgerà un progetto di formazione rivolto ad adolescenti e giovani “neet” (né in cerca di un impiego, né iscritti a scuola o a corsi professionali), affinché abbiano l’occasione di misurarsi con un lavoro e acquisiscano sicurezza e competenze per poi essere accompagnati nella ricerca di un’occupazione. Villa Gabanel costituirà, infine, uno spazio-laboratorio permanente e un luogo di incontri e iniziative culturali e aggregative.
Per sostenere il progetto, da oggi al 30 novembre, Hermete attiverà la campagna di crowdfunding “Io sto con Gabanel” con l’obiettivo di raccogliere 30 mila euro.

locandina-7-4

Scarica la scheda del progetto Gabanel

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Confiscata al crimine organizzato, villa Gabanel diventerà un bike hostel

VeronaSera è in caricamento