Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Arriva il regolamento per il verde, Sboarina: «Risultato importante ed atteso»

«L’importanza che ha per noi il verde - spiega il sindaco - si vede anche da questo regolamento, uno strumento che mancava e che ora permetterà una gestione ancora più accurata»

Tavolo di presentazione del nuovo regolamento comunale per il verde a Verona

È realtà il primo regolamento del Comune di Verona per la tutela e l’incremento del verde pubblico e privato. Un ampio testo, condiviso con le principali associazioni ambientaliste veronesi, in cui, per la prima volta, sono indicati i criteri di gestione, incremento e realizzazione del verde veronese. In particolare, vengono definiti tutti i parametri necessari per la progettazione e cura di parchi, giardini, viali e parcheggi alberati, aree sportive, percorsi ciclo-pedonali, aree cani e territori extraurbani come zone boscate, fasce fluviali e aree collinari. Presenti anche indicazioni sulle specie arboree più idonee per il territorio e su quelle che, invece, sono da considerare aliene, invasive o produttrici di sostanze allergiche e, per questo, da evitare.

L’obiettivo, secondo quanto si apprende da unanota di Palazzo Barbieri, è di non lasciare più nulla al caso, sia per quanto riguarda la gestione del verde pubblico che per quello privato. Nello specifico, infatti, si specificano manutenzione e salvaguardia delle aree verdi; difesa delle piante in aree di cantiere; criteri e modalità per gli abbattimenti, sia delle alberature pubbliche sia in ambito privato; le diverse tipologie di potatura. Inoltre, programma gli interventi e strategie per il rinnovo progressivo del patrimonio verde pubblico e promuove, nella forma della cooperazione pubblico-privata, la partecipazione attiva della cittadinanza. Infine, per la prima volta, vengono indicate tutte le sanzioni che saranno corrisposte in caso di violazione.

Il documento, frutto di un lungo iter di consultazione e confronto, che per circa un anno ha visto coinvolti Comune, Amia, ordini professionali, associazioni e comitati ambientalisti, passa ora all’esame della Giunta comunale per l’avvio dell’iter di approvazione. I punti salienti del nuovo testo per la regolamentazione del verde pubblico e privato sono stati illustrati ieri mattina in municipio dal sindaco Federico Sboarina e dall’assessore ai Giardini Marco Padovani. «Finora siamo stati fortemente impegnati – spiega il sindaco Sboarina – nella forestazione urbana di nuovi alberi e arbusti arrivando, solo nell’ultimo anno, a 4.000 piantumazioni. Ma l’importanza che ha per noi il verde si vede anche da questo regolamento, uno strumento che mancava e che ora permetterà una gestione ancora più accurata. Un risultato importante ed atteso dalla città».

«Con il coinvolgimento di tutte le parti interessate – precisa Padovani – è stato possibile la stesura del primo regolamento del Comune di Verona per la gestione del verde urbano. Da oggi parte l’iter per la sua definitiva approvazione. L’obiettivo è dotare l’Ente di uno strumento fondamentale per la cura del territorio, destinato a tutti i soggetti che interagiscono con il verde sia pubblico che privato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva il regolamento per il verde, Sboarina: «Risultato importante ed atteso»

VeronaSera è in caricamento