Arriva a Verona la Mille e 118 Miglia del Soccorso tra medici, infermieri e volontari

Un grande evento "on the road" per promuovere la cultura del primo soccorso

Soccoritori impegnati nella "Mille e 118 Miglia"

Dopo aver attraversato l’Italia isole comprese – Bologna, San Severino Marche, Pescara, Cerignola, San Giovanni Rotondo, Napoli, Policastro, Cosenza, Reggio Calabria, Messina, Catania, Palermo, Olbia, Genova, Biella – martedì mattina La Mille e 118 Miglia del Soccorso arriva a Verona. Appuntamento alle 10 in piazza Bra.

Il grande evento on the road per promuovere la cultura del primo soccorso, della sicurezza stradale e dell’impegno civile attraverso il volontariato capace di salvare vite umane arriva all’ombra dell’Arena: oltre 100 tra medici, infermieri e volontari con mezzi di soccorso all’avanguardia daranno dimostrazione di rianimazione d’emergenza e guideranno i veronesi alla scoperta delle tecniche salvavita con mini corsi gratuiti.

In piazza – oltre alla prima e unica Porsche Panamera Hybrid completamente attrezzata in via esclusiva per il trasporto urgente di organi e plasma su tutto il territorio nazionale – una sorpresa per i più piccoli. Quest’anno, infatti, l’organizzazione ha dato alle stampe “Amby e Maddy, missione soccorso”. Il primo e unico fumetto ideato per avvicinare i più piccoli a tematiche di forte impegno civile e sociale.

«Questo è il nostro Dna. - dice Cristian Manuel Perez, medico anestesista di Bologna e ideatore dell’evento nazionale - Parlare a tutti, partendo dai bambini, per lanciare un messaggio che dovrebbe diventare universale. Soccorso vuol dire aiutare gli altri: noi stiamo facendo la nostra parte. Con il cuore, l’impegno e lo spirito gratuito che ci contraddistingue. Spiegare come fronteggiare un’emergenza, a casa come a scuola o sul lavoro, non deve avere prezzo. Per noi è di fondamentale importanza diffondere la cultura del soccorso e della sicurezza sulle strade. E così, grazie al consolidato supporto tecnico di Anas, assieme agli amici di Mapfre e tanti altri, torneremo a metterci a disposizione delle comunità che incontreremo. Con mini corsi gratuiti di primo soccorso per adulti e ragazzi e maxi esercitazioni che coinvolgeranno intere città».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I numeri collezionati fin qui da "La Mille e 118 Miglia del Soccorso" parlano da soli: 40 città visitate, più di 5.000 studenti che hanno partecipato a mini corsi di primo soccorso, senza contare le migliaia di rappresentanti dell’associazionismo e delle istituzioni che hanno sostenuto l’evento. Segno inequivocabile che per promuovere, sviluppare e perseguire la cultura del primo soccorso e della sicurezza stradale oggi più che mai oltre i concetti servono azioni concrete.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Fatture false per evadere l'Iva, sequestri per 74 milioni ad azienda veronese

  • Virus: 15 nuovi casi totali di positivi in Veneto, 6 sono a Verona che segna zero morti in 24 ore

Torna su
VeronaSera è in caricamento