rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Il ritorno della Verona Marathon: Hajji trionfa sulle strade della città

Dopo lo stop nel 2020 a causa della pandemia, la corsa è tornata ad animare il capoluogo scaligero: erano oltre 5 mila i posti che domenica mattina si sono presentati ai nastri di partenza

Dopo la Giulietta&Romeo Half Marathon dello scorso giugno che ha fatto ripartire di corsa Verona superati i mesi più duri della pandemia, domenica 21 novembre sulle strade scaligere si è festeggiato il ritorno della distanza regina grazie alla 20a Hoka Verona Marathon dopo due anni. Non si correva la maratona nel centro cittadino da quella piovosa domenica del novembre 2019, nel 2020 è stata la volta di un’edizione virtuale a distanza, quest’anno la voglia di ritrovarsi in presenza sul Liston, in piazza Bra, il salotto buono dei veronesi al cospetto dell’Arena, era fortissimo. Una volontà che è stata esaudita con un’edizione da brividi della maratona, organizzata dal nuovo direttivo di Gaac 2007 Verona Marathon Asd presieduto da Stefano Stanzial, che festeggiando il 20° compleanno entra nella storia.

Oltre 5mila podisti puntuali alle 8.10 come da programma sono partiti dalla Bra verso Porta Nuova alla conquista dei 42,195km della maratona, ma anche dell’attesissima Zero Wind Cangrande Half Marathon e, alle 10, start per la Avesani Last 10k competitiva e ludico motoria.

Torna l’Italia nell’albo d’oro della Hoka Verona Marathon grazie al successo di Mohamed Hajji (Atl. Castenaso) che si è presentato tutto solo sull’arrivo in 2h21’13”. A confermare la vocazione internazionale dell’evento scaligero (oltre 40 le nazionalità dei partecipanti) il secondo classificato, lo svizzero Lucien Epiley con 2h28’04”, e il terzo, il britannico Thomas Oliver Doney (Trieste Atletica) con 2h31’02”.

«Verona è uno spettacolo – fa sapere il vincitore Hajjy –, non ero mai venuto e senz’altro tornerò. Bellissima gara, stupenda città, la gara è andata molto bene e se avessi avuto un avversario con cui duellare forse saremmo andati sotto le 2h20’. Ho corso arrivando terzo la maratona a Napoli settimana scorsa, è la mia terza maratona quest’anno e la mia numero 208 in carriera».

20a Hoka Verona Marathon al femminile che profuma di primati personali. Vittoria per Silvia Luna (Grottini Team Recanati) in 2h49’51” davanti ad una combattente e felicissima vicentina, ma veronese da anni ormai, Anna Zilio (Asd Km Sport) che dopo aver corso solo tre settimane fa la Venicemarathon sotto il muro delle tre ore ha firmato il nuovo personale portandolo a 2h52’43”. Terza posizione per Tiziana Scorzato (Vicenza Marathon) con 2h59’19”.

«Un sogno vincere con questo crono qui oggi a Verona, ero già venuta nel 2015 dove mi piazzai terza e prima italiana, quest’anno avevo già vinto la Strasimeno 42».

Verona Marathon 2021 - Credits Phototoday

20a Hoka Verona Marathon che ha assegnato i titoli di Campione Regionale Fidal Veneto. Si laurea Campione Regionale, categoria Assoluti, Edgardo Confessa (Salcus) giunto in 6^ posizione assoluta in 2h32’52”, mentre tra le donne è risultante Anna Zilio. Nella categoria Promesse il nuovo Campione Regionale Fidal Veneto 2021 è Francesco Rossi (Vicenza Marathon) che ha concluso in 3h27’55”.

Zero Wind Cangrande Half Marathon che ha visto un podio fatto da forti atleti, dal vincitore Alessadro Giacobazzi (C.s. Aeronautica) in 1h06’46” arrivato al traguardo in totale tranquillità insieme a Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana) nel medesimo tempo: «È stato un bell’allenamento, le consegne erano di non fare una gara forzata, questa mezza maratona era per entrambi un test allenamento in vista della Maratona di Reggio Emilia – Città del Tricolore del 12 dicembre”. Terzo Giacomo Esposito (Atl. San Biagio) dietro di un soffio in 1h06’50”: “Ho corso con loro due gran parte della gara, ma sono di un altro livello, è palese. Loro erano rilassati e sciolti, io stavo tirando al massimo tanto che ho fatto il primato personale migliorando il 1h07’07” fatto quest’anno».

Gara femminile che ha registrato la vittoria di Arianna Lutteri (asd Team Km Sport) in 1h18’51”, davanti a Federica Frigerio (Cus Brescia) in 1h19’58” e terzo posto per Azzurra Ilari (Atl. Amatori Osimo) con 1h20’25”.

Avesani Last 10k competitiva vinta da Marco Montorio (Atl. Rigoletto) in 31’34”, mentre tra le donne si è imposta Elisabetta Manenti (Atl. Pianura Bergamasca) con 34’04”.

«Una soddisfazione enorme tornare a gareggiare qui in centro a Verona, siamo ripartiti definitivamente, guardiamo al 2022 con grande ottimismo e tanta energia. Ammetto, sono emozionato, ma voglio ringraziare in primis gli oltre 600 volontari che da giorni lavorano incessantemente con grande passione per aiutarci a compiere questa impresa, perché organizzare una maratona è un’impresa. Ovviamente i ringraziamenti vanno a tutti gli atleti che ci hanno dimostrato grande affetto e alla fattiva collaborazione del Comune di Verona e tutte le Istituzioni in generale, la Polizia Municipale di Verona, tutti i nuclei della Protezione Civile e ovviamente agli sponsor di tutti i livelli che hanno creduto in noi e nel nostro progetto. L’appuntamento ora è sempre in piazza Bra con la Melegatti Christmas Run Verona del 19 dicembre 2021 e il 13 febbraio 2022 con la Dermasphere Giulietta&Romeo Half Marathon».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ritorno della Verona Marathon: Hajji trionfa sulle strade della città

VeronaSera è in caricamento