Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità San Zeno / Piazza Santo Spirito

Sicurezza e mobilità sostenibile, a Verona punzonate duemila biciclette

Al proprietario della duemillesima bici punzonata è stato consegnato un attestato ed è stato ricordato il progetto di prossima realizzazione: la ciclabile da Boscomantico a Porta Nuova

La punzonatura delle biciclette veronesi ha raggiunto quota duemila. Il traguardo è stato tagliato dal signor Attilio Orecchio, il ciclista veronese che nei giorni scorsi ha effettuato la registrazione della bicicletta numero duemila. A consegnargli un attestato, nella sede Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), è stato il consigliere Nicolò Sesso, che ha ricordato i progetti a cui l'amministrazione sta lavorando a favore della ciclabilità cittadina. Tra questi, il percorso ciclabile da Boscomantico a Porta Nuova che, per un costo complessivo di 2 milioni di euro, unirà la ciclopista del Sole al centro città, collegando anche tra loro i quartieri di Chievo, Saval, Borgo Milano e Stadio. Entro l'anno è previsto il progetto esecutivo e nel 2019 l'avvio dei cantieri.

Sesso si è inoltre complimentato col signor Orecchio per la scelta di spostarsi il più possibile in bici, ma anche per aver affettuato la punzonatura. Da quando si è trasferito a Verona, infatti, il signor Orecchio si sposta quasi sempre con la bicicletta, tanto che ha venduto una delle due auto di proprietà della famiglia.

Il presidente di Fiab Verona Corrado Marastoni ha sottolineato la necessità di lavorare ad un numero sempre maggiore di collegamenti ciclabili in sicurezza, associati ad incentivi concreti per cittadini e lavoratori ad utilizzare le due ruote, incentivi già diffusi in altre città e perfino in alcuni paesi scaligeri.

Il servizio di punzonatura e registrazione del numero di telaio delle biciclette del Comune di Verona è attivo dal settembre 2016, per contrastare il furto di biciclette e facilitarne la restituzione ai proprietari in caso di ritrovamento. Il Comune di Verona ha affidato a Fiab un servizio innovativo che registra sia il numero di telaio che il codice fiscale del proprietario, rilascia una bike-card contenente tutti i dati e li archivia online per essere consultati sia da forze dell'ordine che da cittadini. Il servizio di punzonatura del codice fiscale e la registrazione del numero di telaio della bicicletta è gratuito per i residenti nel Comune di Verona e viene effettuato nella sede di Fiab di piazza Santo Spirito 13 tutti i venerdì feriali dalle 16 alle 19.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza e mobilità sostenibile, a Verona punzonate duemila biciclette

VeronaSera è in caricamento