rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Verme in una mensa scolastica, Bertacco: «Non deve più accadere»

L'assessore all'istruzione del Comune di Verona ha commentato il fatto avvenuto in una primaria veronese: «La nostra scelta è quella di garantire sempre la massima qualità ai cibi consumati dai nostri bambini»

È evidente che queste cose non dovrebbero succedere. È un fatto che non può e non deve ripetersi.

L'assessore all'istruzione del Comune di Verona Stefano Bertacco ha commentato con queste parole l'episodio capitato lunedì scorso, 16 settembre, in una scuola primaria veronese, dove un alunno ha trovato un verme tra i fagiolini della mensa. Segno di freschezza, senza dubbio, e del fatto che quei fagiolini erano biologici e quindi non trattati con pesticidi. Però, quel verme tra i fagiolini non ci sarebbe dovuto essere e lo ha ammesso anche l'assessore Bertacco, il quale però vuole interpretare l'accaduto anche in senso positivo. 

Quanto avvenuto non fa altro che rafforzare la nostra scelta di garantire sempre la massima qualità ai cibi consumati dai nostri bambini, attraverso l'internalizzazione delle mense gestite da Agec - ha dichiarato Bertacco - La decisione che abbiamo preso è di dismettere progressivamente il ricorso ai cibi precotti esterni per migliorare ogni aspetto della produzione dei pasti scolastici. I nostri bambini devono consumare pranzi equilibrati, preparati al momento e con materie di prima qualità. È un’inversione di tendenza che richiede tempo e per questo siamo impegnati a fare in modo che sempre più scuole abbiano la propria cucina, con cuochi altamente formati.

E alle polemiche sollevate dalla consigliera comunale del Partito Democratico Elisa La Paglia, Bertacco replica: «La Paglia non ha esattamente chiaro il funzionamento delle mense scolastiche, facendo un minestrone di polemiche e inesattezze. Conosce poco la gestione del problema al punto che preferirebbe dare ai bambini cibi e materie prime "più convenienti e semplici da trattare". Mi pare evidente che non abbiamo le stesse priorità».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verme in una mensa scolastica, Bertacco: «Non deve più accadere»

VeronaSera è in caricamento