rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024

Donazzan: «Giusto potenziare nelle scuole la cultura della Protezione civile, dopo l'abolizione della leva un grande vuoto»

L'assessora regionale all'istruzione in Veneto: «Sono convinta che si debba ripensare al ripristino del servizio di leva obbligatorio per i giovani italiani e le giovani italiane»

«Giusto che nelle scuole si trasmetta la cultura della Protezione civile, con il progetto Scuola Sicura Veneto ideato dall’assessore alla Protezione civile Gianpaolo Bottacin». Lo ha detto sabato 13 gennaio Elena Donazzan, intervenuta ai Chiostri di Santa Corona a Vicenza durante il convegno sulla "Gestione dei rifiuti tra emergenza e prevenzione. Il ruolo del volontariato della Protezione Civile", organizzato da Fare Ambiente.

La stessa assessora all'istruzione in Veneto ha poi aggiunto: «È fondamentale rafforzare non solo la capacità di gestire le emergenze ma soprattutto la capacità di prevenirle con la diffusione delle buone pratiche e l’educazione ai comportamenti corretti a partire dalle nuove generazioni».

Elena Donazzan ha quindi ampliato la sua riflessione, chiamando in causa l'abolizione dell'obbligo di leva e invitando ad un possibile ripensamento: «Dopo che è stata tolta la leva obbligatoria - ha dichiarato l'assessora Donazzan - si è creato un grande vuoto. Sono convinta che si debba ripensare al ripristino del servizio di leva obbligatorio per i giovani italiani e le giovani italiane. Nel frattempo la Regione del Veneto - ha ricordato Donazzan - porta avanti con successo nelle scuole il progetto Scuola Sicura Veneto, con cui tutti i componenti della Protezione civile entrano nelle scuole con esercitazioni e trasmissione delle norme di buon comportamento e autoprotezione».

Video popolari

Donazzan: «Giusto potenziare nelle scuole la cultura della Protezione civile, dopo l'abolizione della leva un grande vuoto»

VeronaSera è in caricamento