Attualità Caprino Veronese / Piazzale Roma

Caprino Veronese, conclusa Vardirex. Bottacin: «Sintonia tra esercito e volontari»

Nell'esercitazione di quattro giorni stati testati 800 uomini e donne in tre regioni d'Italia in contemporanea, per verificare sul terreno le possibilità di impiego nella gestione delle pubbliche calamità

Una maxi emergenza che ha visto operare gli assetti della protezione civile e dell'esercito italiano nella gestione di sei morti e oltre trenta feriti è stato l'atto conclusivo della Vardirex 2018, l'esercitazione in cui sono stati testati 800 uomini e donne in tre regioni d'Italia in contemporanea, per verificare sul terreno le possibilità di impiego nella gestione delle pubbliche calamità.

Al termine della Vardirex, gli oltre 250 tra volontari di protezione civile e militari che si sono alternati in quattro giorni di eventi in Veneto sono stati visitati dal capo di stato maggiore dell'esercito Salvatore Farina, dal capo dipartimento della protezione civile Angelo Borrelli e dal presidente dell'associazione nazionale alpini (Ana) Sebastiano Favero.

È stata una grande sfida quella di Vardirex, quella di dimostrare ancora una volta la capacità degli alpini di lavorare con i loro colleghi in armi - ha sottolineato il presidente Favero - Una capacità che nasce da lontano, dalle emergenze che già negli anni '60 vedevano i militari con la penna lavorare gomito a gomito con il personale della Ana. Abbiamo visto lo stesso spirito ma una capacità operativa nuova.

Ricordando le tante emergenze che li hanno visti assieme protagonisti, Borrelli ha sottolineato che «l'esercito è prezioso nella gestione delle maxi emergenze ma anche delle tante micro emergenze quotidiane. Ogni volta che c'è un'emergenza l'esercito è pronto a cooperare». Cooperare in un sistema articolato di protezione civile che vede tanti soggetti volti al raggiungimento di un unico scopo: la salvaguardia dei cittadini.

E anche l'assessore veneto alla protezione civile Gianpaolo Bottacin ha visitato l'esercitazione che in Veneto si è svolta a Caprino Veronese. «I volontari dell'Ana rappresentano una componente fondamentale della nostra protezione civile - ha detto Bottacin - quelli del Veneto poi sono un esempio a livello nazionale non solo per il loro numero, ma anche per la preparazione e professionalità. In questi quattro giorni abbiamo positivamente sperimentato la grande sintonia sviluppata tra esercito e volontari».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caprino Veronese, conclusa Vardirex. Bottacin: «Sintonia tra esercito e volontari»

VeronaSera è in caricamento