Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità Negrar / Piazza Vittorio Emanuele

Le colline della Valpolicella inserite nel registro dei paesaggi rurali storici

«Un importante risultato che identifica il nostro territorio e valorizza la sua storia, la sua cultura, le sue tradizioni», ha dichiarato il sindaco di Negrar Grison

Il paesaggio delle colline terrazzate della Valpolicella è stato iscritto nel registro nazionale dei paesaggi rurali storici. «Un importante risultato che identifica il nostro territorio e valorizza la sua storia, la sua cultura, le sue tradizioni», ha dichiarato il sindaco di Negrar Roberto Grison, che ha annunciato l'iscrizione insieme agli altri sindaci dei comuni della Valpolicella classica (Fumane, Marano di Valpolicella, San Pietro in Cariano e Sant'Ambrogio di Valpolicella), al presidente della Cantina Valpolicella Renzo Bighignoli, all'architetto Chiara Zanoni e allo storico Giovanni Viviani.

L'iscrizione al registro nazionale dei paesaggi rurali storici porta alcuni vantaggi immediati per il territorio. Gli imprenditori, ad esempio, per il fatto di appartenere ad un paesaggio rurale, potranno beneficiare di un punteggio aggiuntivo per accedere ai fondi del piano di sviluppo rurale. Inoltre, associando i prodotti locali ad una paesaggio rurale e storico, questi prodotti potranno vantare un valore aggiuntivo, identificabile con un marchio. Ma questa iscrizione consente anche alla Valpolicella di entrare in un ristretto club di eccellenza che porterà un ulteriore sviluppo turistico.

Il sindaco di Sant'Ambrogio Roberto Zorzi ha commentato: «L'unione di tutti i nostri comuni, indipendentemente dai sindaci che c'erano e che ci sono, è importante perchè testimonia quanto le amministrazioni della Valpolicella tengano al territorio e al loro paesaggio. Questa collaborazione fa sì che i nostri cittadini portino a casa un risultato molto importante per la valorizzazione dei nostri territori».
Giuseppe Zardini, primo cittadino di Marano di Valpolicella ha aggiunto: «È stato un lavoro che ha portato ad un risultato ottimo. Sapevamo che il percorso sarebbe stato difficile, i cittadini si stanno rendendo conto sempre di più della bellezza che hanno a disposizione e che possono vivere e presentare nel mondo che ci circonda».
Ed il sindaco di Fumane Daniele Zivelonghi ha chiosato: «L'iscrizione al registro nazionale dei paesaggi rurali storici esalta le eccellenze storico-culturali del nostro territorio. Nel mondo della globalizzaione, far emergere la particolarità dal punto di vista storico rurale significa portare beneficio a tutti i cittadini singolarmente, alle attività economiche e alle prospettive future. Credo che l'esperimento di collaborazione tra sindaci del territorio sia l’inizio di una potenzialità che la Valpolicella deve ancora esprimere».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le colline della Valpolicella inserite nel registro dei paesaggi rurali storici

VeronaSera è in caricamento