menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Depositato il primo stralcio del Piano Eliminazione Barriere Architettoniche a Valeggio sul Mincio

Depositato il primo stralcio del Piano Eliminazione Barriere Architettoniche a Valeggio sul Mincio

Valeggio più "accessibile", si va verso l'eliminazione delle barriere architettoniche

«Sono mille le piccole barriere - ha spiegato Marco Dal Forno, assessore all’urbanistica e politiche sociali del Comune di Valeggio - che ostacolano i cittadini e vogliamo rimuoverle»

Dal 26 ottobre 2018 il primo stralcio del Piano Eliminazione Barriere Architettoniche (PEBA) è depositato per 60 giorni presso il Servizio Urbanistica del Comune di Valeggio sul Mincio. Il piano è stato adottato in Giunta ed andrà approvato in Consiglio comunale entro fine anno per poter così usufruire di un contributo regionale di 15 mila euro.

Il centro storico di Valeggio sul Mincio è stato anche scelto come primo ambito del PEBA per la sua vocazione pedonale e turistica, così da essere maggiormente fruibile dagli abitanti e frequentatori abituali. Si vuole in questo modo favorire l’utenza con esigenze speciali (persone disabili, persone anziane, persone con limitazioni temporanee) e il turismo accessibile/sostenibile, settore in forte crescita che rappresenta un'opportunità di sviluppo del territorio a livello socio-culturale, paesaggistico, economico ed occupazionale, con ricadute positive sulla qualità degli spazi e della vita per gli abitanti.

L’intervento relativo all’ambito del centro storico del capoluogo, con alcune aree limitrofe di particolare interesse pubblico, vista la presenza delle molteplici attività-funzioni pubbliche o di uso pubblico, è stato ritenuto un obbiettivo primario anche in ragione delle limitate risorse economiche, che al momento non consentono di estendere il PEBA a tutto il territorio comunale. Il primo stralcio costerà, infatti, circa 107 mila euro e prevede la ridefinizione dei percorsi per disabili di accesso al centro, le modiche alla pavimentazione, l’installazione di segnaletica visiva e uditiva adeguata, la costruzione di rampe di accesso.

«Sono mille le piccole barriere - afferma Marco Dal Forno, assessore all’urbanistica e politiche sociali - che ostacolano i cittadini e vogliamo rimuoverle. La porta troppo pesante di ingresso del municipio e del polifunzionale dell'Ulss, i tornelli ai supermercati, i gradini di accesso ai negozi, alcuni marciapiedi stretti, il ciottolato di sassi delle vie del centro sono alcuni ostacoli segnalati dall'incontro molto istruttivo con Francesca Porcellato, Sandra Faccioni (sedia a rotelle) e Alberto Barbieri (non vedente). Questi e molti altri sono gli interventi suggeriti dallo studio di architettura che si è occupato della redazione del PEBA. Nel 2019 proporremo un incentivo ai negozianti che si doteranno di una rampa di accesso ai negozi con gradino».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento