Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

Covid-19, quasi il 20% dei trentenni veneti ha ricevuto almeno una dose di vaccino

La campagna prosegue con 46619 dosi inoculate nella giornata di mercoledì, mente continua a crescere anche il numero di giovani che hanno ricevuto almeno una dose

Prosegue a pieno ritmo la campagna vaccinale anti Covid-19 del Veneto che, dopo le 46619 dosi inoculate il 16 giugno, tocca quota 3523560. Di quelle utilizzate mercoledì, 25335 sono relative alla prima dose per il soggetto di turno e 21284 al completamento del ciclo. 

vaccini 1-54-2

vaccini 2-56-2

In regione fino ad ora è stato utilizzato l'88,3% delle forniture per vaccinare almeno con una dose il 49,3% (2392496) della popolazione residente e con il richiamo il 22,8% (1104975). Le categorie ritenute maggiormente a rischio a causa del coronavirus hanno avuto la priorità in questa campagna, partendo dai più anziani: è stato infatti sottoposto almeno al primo "giro" di vaccino il 96,4% degli over 80 veneti, così come l'87,9% degli individui tra i 70 e i 79 anni, l'80,6% di coloro tra i 60 e i 69, il 67,9% dei cinquantenni e il 52% dei quarantenni. 
Ad inizio giugno sono state aperte le prenotazioni anche per i più giovani. Ne ha approfittato fino ad ora il 18,4% dei trentenni, il 16,4% dei ventenni e il 4,6% dei ragazzi tra i 12 e i 19 anni. 
Almeno la prima dose di vaccino è stata inoculata anche al 77% delle persone affette da disabiltà e al 78,3% dei vulnerabili. 

vaccini 3-56-2

vaccini 4-45-2

136542 vaccini sono stati somministrati nei primi tre giorni della settimana, un andamento in linea con quella scorsa che ha visto segnare il record dall'inizio della campagna. 

vaccini 5-12-2

Mercoledì in provincia di Verona, tra Ulss 9 Scaligera e Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata, sono stati inoculati 8261 vaccini, che hanno portato il totale a 625246. 

vaccini 6-7-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, quasi il 20% dei trentenni veneti ha ricevuto almeno una dose di vaccino

VeronaSera è in caricamento