Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Filobus, a che punto siamo? Comune di Verona e AMT riferiscano ai cittadini»

È il movimento civico Traguardi a chiedere maggiore chiarezza sul progetto: «È preoccupante lo stallo dell'opera Filovia, che secondo il cronoprogramma tuttora indicato sulla pagina web di AMT, dovrebbe entrare in funzione alla fine di gennaio 2022»

Un'assemblea pubblica per riferire ai cittadini a che punto è il progetto del filobus e fare maggiore chiarezza, dopo il silenzio degli ultimi giorni. La richiesta, all'indirizzo del Comune di Verona e di AMT, che è stazione appaltante dell'opera, parte dal movimento civico Traguardi, rappresentato in Consiglio comunale da Tommaso Ferrari.

«È preoccupante lo stallo dell'opera Filovia, che secondo il cronoprogramma tuttora indicato sulla pagina web di AMT, dovrebbe entrare in funzione alla fine di gennaio 2022 - dichiara Ferrari -. A Palazzo Barbieri tutto tace e anche da parte di AMT le informazioni arrivano con il contagocce. Non si sa, per esempio, quali siano i tempi e le caratteristiche delle varianti urbanistiche necessarie, né come il Comune intenda realizzare i parcheggi scambiatori che sono indispensabili per l'entrata in funzione della filovia. La sensazione è che la questione sia stata messa in stand by perché scomoda da affrontare, a livello politico, a un anno dalle elezioni amministrative. Ma i cittadini, molti dei quali sono tuttora tenuti in ostaggio dai cantieri, meritano di sapere con certezza come si trasformerà la viabilità di Verona».

L'argomento è stato affrontato martedì durante una conferenza stampa in Municipio alla quale ha partecipato Luciano Butti, componente del consiglio di amministrazione di AMT, in rappresentanza delle minoranze. Proprio nella mattinata del 3 agosto, Butti ha inviato al sindaco e ai vertici di AMT una lettera in cui vengono sollevate criticità in merito all'opera Filovia; il consigliere ne ha anticipate alcune durante l'incontro, chiedendo che venga fatta chiarezza, in particolare e nell'interesse dei cittadini, sull'iter delle varianti e sugli investimenti per rafforzare, o per realizzare ex novo i parcheggi scambiatori e per rinnovare periodicamente i mezzi di trasporto. Tutte istanze che il movimento Traguardi appoggia in pieno, ritenendo che sul filobus si debba passare a una decisione definitiva, e sulle quali intende lavorare per il bene della città.

Sullo stesso argomento

Video popolari

«Filobus, a che punto siamo? Comune di Verona e AMT riferiscano ai cittadini»

VeronaSera è in caricamento