A Torri del Benaco un'opera sulla cabina elettrica racconta le tradizioni del territorio

Si chiama “Tesori di Torri” l'opera che l’artista cubano Pablo Manuel Denis, in arte Pablos, ha dipinto nel centro della località gardesana

La cabina elettrica dipinta a Torri del Benaco

È stata inaugurata ufficialmente a Torri del Benaco l’opera “Tesori di Torri” che l’artista cubano Pablo Manuel Denis, in arte Pablos, ha realizzato nel centro della località gardesana, su una cabina di trasformazione di E-Distribuzione.
All’evento erano presenti, tra gli altri, il sindaco Stefano Nicotra; il capo Unità Operativa Bussolengo- Garda E-Distribuzione Zona Verona-Vicenza, Fabio Peroni; l’educatrice professionale Set Azienda Ulss 9 – Scaligera e coordinatrice del progetto “Alleanze – Scambio Generazionale”, Lidia Donatini e l’artista Pablos.

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra azienda e Amministrazione Comunale nell’ambito del progetto “Alleanze – Scambio Generazionale”, punta alla valorizzazione delle memorie e delle tradizioni del territorio. E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di Media e bassa tensione, mette a disposizione del progetto un proprio impianto di trasformazione che, grazie all’opera di Pablos, diventa un elemento di grande valore culturale e artistico.

Nell’opera “Tesori di Torri”, Pablos ha rappresentato un tema strettamente legato al territorio, quello dell’ulivo e dell’olio. L’artista ha creato su un lato della cabina l’ambientazione, rappresentando campi, ulivi, raccoglitori, mettendo in risalto alcuni strumenti caratteristici, come lo scalino e il gremal, mentre sull’altro lato il torchio, prendendo ispirazione da quello presente nel museo dell’antico frantoio di Località Crero. Per l’esecuzione dell’opera è stata utilizzata della vernice al quarzo che garantisce durata e resistenza agli agenti atmosferici più avversi.

Pablos Manuel Denis, in arte Pablos Graffiti, nato a Cuba nel 1993, si è trasferito in Italia all’età di sei anni. Sin da bambino appassionato d’arte soprattutto murale. A 14 anni il primo murale dopo anni di bozze su carta. Ha frequentato il liceo artistico U. Boccioni di Verona.

«Sono ormai centinaia le Cabine di Street Art di E-Distribuzione – sottolinea il capo Unità Operativa Bussolengo-Garda E-Distribuzione Zona Verona-Vicenza, Fabio Peroni - e danno vita ad un vero e proprio museo a cielo aperto in tutta Italia, un museo che continua a crescere e ad arricchirsi grazie alla collaborazione con artisti locali, amministrazioni comunali, associali culturali, scuole. La nostra rete elettrica diventa così anche una rete artistica. La collaborazione realizzata a Torri del Benaco – conclude Peroni - vuole coniugare i valori di sostenibilità, innovazione e rispetto per l’ambiente che caratterizzano il nostro impegno quotidiano e la fondamentale integrazione con il territorio in cui operiamo».

«Siamo molto orgogliosi - commenta il Sindaco di Torri del Benaco, Stefano Nicotra - di aver aderito al progetto educativo ‘Alleanze - Scambio generazionale’, che ha avuto come obiettivo la valorizzazione di memorie legate al territorio e la riqualificazione urbana tramite l’arte. Il progetto ha visto coinvolti giovani di età compresa tra i 15 e 29 anni che, seguendo tematiche suggerite e condivise dagli anziani e supportati da un esperto nel settore artistico, hanno realizzato il murales su una cabina elettrica di E- Distribuzione. Spesso ci imbattiamo in cabine colorate, ma questa - conclude Nicotra - è davvero speciale, perché vuole trasmettere come messaggio l’importanza della tutela dell’ambiente che ci circonda e delle tradizioni e memorie legate al territorio. Il tema rappresentato è infatti legato alla coltura dell’ulivo, una tradizione profondamente radicata nel nostro territorio e che ci sta molto a cuore, considerata l’eccellenza del nostro olio che viene ulteriormente valorizzato anche grazie alla collaborazione di E-Distribuzione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Cosa (si può) fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 gennaio 2021

Torna su
VeronaSera è in caricamento