menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cannabis - immagine d'archivio

Cannabis - immagine d'archivio

Test antidroga nelle scuole, +Europa Veneto: «Poco efficaci. Meglio legalizzare la cannabis» 

+Europa Veneto denuncia «misure a senso unico verso le droghe e non altrettanto per l’uso e l’abuso dell’alcol da parte dei giovani che causano danni anche peggiori»

«Non riteniamo che i test e i kit antidroga siano un modo serio ed efficace per affrontare il problema delle dipendenze, dello spaccio nelle scuole e del rischio di overdose». Così +Europa Veneto prende posizione sulle recenti dichiarazioni di Massimo Giorgetti, vicepresidente del Consiglio Regionale, riguardo al protocollo predisposto dal Comune di Verona, Ulss 9 e Provveditorato che introdurrebbe i test antidroga nelle strutture scolastiche. 

 «Questa convenzione così come l’iniziativa legislativa di Giorgetti e dell’Assessore regionale Donazzan, - si legge sempre nella nota stampa di +Europa Veneto a firma dei portavoci Anna Lisa Nalin e Corrado Cortese - sono eredità di una cultura reazionaria ed invasiva nella sfera personale degli individui. Pensiamo davvero che la cultura del controllo possa dare risultati ad un fenomeno così complesso e drammatico?».

Altro punto critico di quella che viene battezzata la «ricetta Giorgetti-Donazzan», secondo gli esponenti di +Europa Veneto è il fatto di prevedere «misure a senso unico verso le droghe e non altrettanto per l’uso e l’abuso dell’alcol da parte dei giovani che causano danni anche peggiori. A  dimostrarlo, - prosegue la nota di +Europa Veneto - la serie di incidenti stradali, avvenuti nel passato molto recente, e che hanno visto alla guida ragazzi con livelli alcolici elevatissimi». 

Gli esponenti di +Europa Veneto si sono infine espressi a favore della legalizzazione della cannabis: «Ricordiamo che nel nostro Paese ci sono oltre 6 milioni di consumatori che potranno avere garanzie sulla qualità della sostanza consumata solo attraverso una distribuzione legale. Inoltre, la legalizzazione manderebbe in fumo gli affari delle mafie che ogni anno incassano oltre 30 milioni di euro. Persino la Direzione Nazionale Antimafia si è espressa in questo senso. Un'economia legale e controllata - si conclude la nota di +Europa Veneto - porterebbe investimenti per piccoli e grandi imprese, oltre che 20 miliardi nelle casse dello Stato».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento