rotate-mobile
Attualità Legnago / Via XX Settembre

A Legnago torna il Salieri Festival

Un programma ricco, variegato, ideato dal Maestro Diego Basso, cui è stata affidata la direzione artistica del “Salieri Festival”

Torna il 4 maggio, dopo il “battesimo” dello scorso anno, l’appuntamento con il “Salieri Festival”. Una seconda edizione che si presenta in una vesta completamente rinnovata, e che vedrà la manifestazione andare oltre la sua sede naturale, il Teatro Salieri, dipanandosi all’interno della città. E, non a caso, il claim scelto per il festival è “Lo spettacolo nel cuore di Legnago”. Uno spettacolo fatto di oltre venti rappresentazioni, con cinque prime nazionali, per un cartellone che ospita sedici compagnie, di cui cinque estere.

Un programma ricco, variegato, ideato dal Maestro Diego Basso, cui è stata affidata la direzione artistica del “Salieri Festival”. «Ho accettato con entusiasmo la direzione artistica del 'Salieri Festival" ed è per me un vero piacere far parte di questo progetto. Abbiamo immaginato e preparato un "palinsesto" di eventi che attraversa mondi artistici diversi tra loro come il teatro, la danza, il newcirco e musica. Un programma adatto ad una stagione estiva che tiene anche in considerazione la consolidata tradizione e peculiarità del Teatro Salieri e sono certo, sarà capace di emozionare e appassionare il pubblico».

Salieri Festival - Locandina (002)-2

Per il presidente della Fondazione culturale Salieri, Stefano Gomiero: «La nuova rassegna, organizzata in collaborazione con l’Amministrazione comunale, nasce con lo scopo di far vivere all’affezionato pubblico del Teatro Salieri ed ai legnaghesi tutti, una stagione estiva (a Teatro e nelle piazze principali della città) ricca di eventi culturali di assoluto livello e, nel contempo, di tanta “leggerezza”, intesa alla maniera di Italo Calvino, ossia “senza avere macigni sul cuore”».

Anche il sindaco Graziano Lorenzetti manifesta la sua soddisfazione: «Questo Festival è il frutto di un'azione congiunta tra assessorato alla Cultura e Fondazione culturale Salieri; un'azione che ha dato vita a un programma importante che coinvolgerà tutta la città. L’obiettivo infatti è di allargare la cerchia dei fruitori del Salieri portando gli eventi “fuori dal teatro”. Ringrazio il Consiglio di Indirizzo della fondazione e, soprattutto, il direttore artistico, il Maestro Diego Basso, che ha organizzato un programma di qualità in tempi brevi».

Il programma, che si inaugurerà appunto il 4 maggio, con la prima nazionale di “I grandi temi d’amore”, diretta proprio dal Maestro Basso, si protrarrà fino al 28 luglio, quando a chiudere la rassegna ci sarà – sempre sotto la guida del direttore artistico – il tributo ai Queen dell’Orchestra ritmico sinfonica italiana della Art Voice Academy, che saranno affiancate nientemeno che da Stef Burns, storico chitarrista di Vasco Rossi. In mezzo, un’agenda ricchissima di appuntamenti: sabato 7 maggio, l’Orchestra Frau Musika diretta da Andrea Buccarella proporrà i “Concerti Brandeburghesi di Johann Sebastian Bach, mentre sabato 21 sarà la volta di “Antonio Salieri e i suoi allievi”, anche questa una prima nazionale, come quella di domenica 29 con “Archimia: Salieri e Vivaldi”. Nella serata precedente, venerdì 28, spazio invece alla magia con “Wow”, spettacolo dell’illusionista Luca Bono.

Il mese di giugno si aprirà con il doppio appuntamento targato Andrea Fratellini & Zio Tore, con il loro ventriloquo comico, in scena sia nella serata di sabato 4 che nel pomeriggio di domenica 5. Venerdì 9, invece, ci sarà il primo dei quattro appuntamenti con il teatro di prosa di Andrea Castelletti e del suo “Rival Salieri”, il primo della rassegna a tenersi fuori dal teatro e, precisamente, nel Cortile di Palazzo Fioroni, dove tornerà anche sabato 11 giugno, e poi venerdì 22 e domenica 24 luglio. Venerdì 10 giugno, nuovamente al Teatro Salieri, ecco “Caveman – L’uomo delle caverne”, monologo comico targato Maurizio Colombi, mentre domenica 12 sarà la volta del Gala Internazionale “Salieri in Danza”. Giovedì 16 si danzerà con “Blu infinito” dell’Evolution dance theatre di Roma, mentre venerdì 24 ci si sposterà in piazza Garibaldi per l’archetipo del teatro direttamente dall’Ucraina di “Dekrù – Anime leggere”. Ancora in piazza Garibaldi, poi l’ultimo appuntamento del mese giovedì 30 con “Cuba amor”, spettacolo di teatro acrobatico ispirato alla poetica di Gabriel Garcìa Màrquez.

Luglio, infine, vedrà il “Salieri Festival” sposare il tradizionale appuntamento con i giovedì di “Negozi sotto le stelle”, proponendo tre spettacoli in piazza Garibaldi. Prima, però, si potranno apprezzare – nel Cortile di Palazzo Fioroni – le doti del mimo Arno Huibers e del suo “Hommage aan de clown”, sabato 2 e domenica 3. Quindi, ecco gli appuntamenti del giovedì, a partire dal 7 luglio con lo spettacolo-concerto “Broadway Celebration” di Palco 5. Quindi, la settimana successiva, il Quartetto Archimia e Matteo Beccucci proporranno “Chamber Pop” e, quella seguente, la “Gospel Night” del Sunshine Gospel Choir. E, infine, il già citato appuntamento con il tributo ai Queen.

Nei giorni degli spettacoli, sarà poi previsto l’appuntamento con “Terrazza Salieri”: alle 12, gli artisti protagonisti della serata prenderanno un aperitivo con il pubblico, cimentandosi con una chiacchierata-intervista sulla scalinata del teatro.

Informazioni e contatti

I biglietti saranno in vendita da venerdì 22 Aprile a partire da 9 euro. Per informazioni e prenotazioni contattare la biglietteria del Teatro Salieri al numero 0442.25477 secondo i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18; il sabato dalle 10 alle 12.30; oppure consultare il sito www.salierifestival.it.

L’ingresso in teatro, sarà consentito secondo le normative vigenti.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Legnago torna il Salieri Festival

VeronaSera è in caricamento