Teacher Pride, solidarietà da Verona per la prof di Palermo sospesa

Docenti ed alunni hanno letto gli articoli 21 e 33 della Costituzione davanti al monumento ai partigiani di piazza Bra. E Potere al Popolo organizza un presidio in Porta Leoni

Uno striscione al Teacher Pride di Verona (Foto Facebook - Udu Verona)

Al grido di «Sospendeteci tutti», ieri 21 maggio, professori e studenti veronesi hanno partecipato al Teacher Pride, iniziativa promossa dai docenti del liceo romano Anco Marzio di Ostia per manifestare solidarietà a Rosa Maria Dell'Aria, l'insegnante di Palermo sospesa per quindici giorni per non aver vigilato su di un video realizzato da alcuni suoi alunni in cui il decreto sicurezza del ministro Matteo Salvini era accostate alle leggi razziali. E domani, 23 maggio, nuovo presidio sempre sul caso della professoressa di Palermo, ma in questo caso dal chiaro colore politico, organizzato da Potere al Popolo Verona.

Ieri era la festa di San Zeno, patrono di Verona, e quindi il Teacher Pride non ha ostacolato nessuna lezione perché le scuole erano chiuse. E questa mattinata libera è stata impiegata da docenti ed alunni per leggere gli articoli 21 e 33 della Costituzione italiana davanti al monumento ai partigiani di piazza Bra. Sono gli articoli che garantiscono la libertà di pensiero, di espressione e di insegnamento; libertà che non sarebbero state rispettate quando Rosa Maria Dell'Aria è stata sospesa. Per questo i partecipanti alla manifestazione hanno chiesto l'immediato ripristino della professoressa di Palermo.

E per la libertà di insegnamento, Potere al Popolo Verona ha organizzato un presidio per domani alle 19 in Porta Leoni.

Quello di Rosa Maria Dell'Aria è l'ennesimo caso di repressione - si legge nella nota di PaP Verona - La volontà di una stretta repressiva contro ogni forma di dissenso è evidente. Per Verona, bastea citare la cancellazione, per ragioni sessiste e omofobe, dell'evento Biblioteca vivente o il più recente acquisto, seguito da distribuzione nelle scuole, del fumetto su Sergio Ramelli. In questo clima di crescente repressione, la battaglia a difesa della professoressa Dell'Aria rappresenta la difesa stessa della libertà di espressione e di pensiero garantita dalla nostra Costituzione. Potere al Popolo è contro ogni forma di repressione, per la cancellazione di questa e di ogni altra forma di censura o sanzione e per la piena attuazione dei valori antifascisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento