Attualità San Massimo

Aree verdi e piste ciclabili al posto della ferrovia dismessa di San Massimo

La linea ferroviaria sarà dismessa a seguito del nuovo tracciato dell’Alta Velocità del Brennero. E per la Tav Brescia-Verona-Padova, l'assessore Segala ha chiesto nuove misure per la salvaguardia della Fonte delle Monache

Riqualificare a tutta velocità è l'obiettivo dell'assessore all'urbanistica Ilaria Segala perché entro fine agosto sarà pronto il masterplan per la riqualificazione della linea ferroviaria storica. Linea che attraversa il quartiere di San Massimo e che sarà dismessa a seguito del nuovo tracciato dell'Alta Velocità del Brennero.
Gli uffici comunali stanno progettando per l'area, lunga 5 chilometri, la realizzazione di aree verdi e piste ciclabili. «Il masterplan servirà a ricucire la ferita sul territorio causata dai vecchi binari ferroviari - ha spiegato Segala - Stiamo studiando quali possano essere le migliori soluzioni affinché il quartiere possa avere un’adeguata compensazione».

Sempre in materia di Alta Velocità, sotto i riflettori c'è anche il cantiere della tratta Brescia-Verona-Padova. Segala ha chiesto nuove misure per la salvaguardia della Fonte delle Monache, il sito storico-archeologico di grande valenza ambientale situato a sud dell'abitato di San Michele Extra. Le richieste dell'assessore sono di mantenere il sottopasso della linea storica che collega la Fonte con il quartiere, di eliminare le barriere architettoniche, di favorire un percorso ciclo pedonale, oltre ad un percorso a rampe in sostituzione degli attuali scalini in modo da permetterne l’utilizzo anche a chi difficoltà motorie. Buona parte di queste osservazioni recepiscono la posizione della settima circoscrizione, votata anche in consiglio comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree verdi e piste ciclabili al posto della ferrovia dismessa di San Massimo

VeronaSera è in caricamento