Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità Stazione / Piazzale XXV Aprile

Tav, firmato accordo anche per il secondo lotto della tratta Verona - bivio Vicenza

L'intesa tra il gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, attraverso la controllata Rfi (Rete ferroviaria italiana), e il Consorzio Iricav Due è stata trovata con cinque mesi di anticipo rispetto alle previsioni e questo accelera la realizzazione dell'opera

Foto generica di repertorio

Ieri, 18 maggio, con cinque mesi di anticipo rispetto a quanto preventivato è stato firmato l'accordo per dare il via ai lavori sul secondo e ultimo lotto costruttivo della tratta ferroviaria ad alta velocità tra Verona e bivio Vicenza. L'atto è stato sottoscritto dal gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, attraverso la controllata Rfi (Rete ferroviaria italiana), e da Iricav Due, ovvero il consorzio di aziende incaricate di realizzare l'opera. Ed oltre all'accordo sui lavori, che hanno un valore complessivo di 1.776 milioni di euro, è stata trovata anche un'intesa per partire con la progettazione definitiva dell'attraversamento di Vicenza, ossia della naturale prosecuzione della Tav verso il capoluogo vicentino. Progettazione che dovrebbe essere ultimata entro il 10 settembre 2021.

Le Ferrovie dello Stato hanno trovato, insieme al Ministero delle infrastrutture, le risorse necessarie per questa accelerazione dei lavori, in modo da attivare entro il 2026 l'Alta Velocità tra Verona e bivio Vicenza. Ma tutto questo non sarebbe stato possibile se Rfi e Iricav Due non avessero in precedenza già sottoscritto l'accordo per avviare i lavori sul primo dei due lotti tra Verona e bivio Vicenza.

Quindi, l'intera tratta Verona-bivio Vicenza da ieri è interamente in realizzazione. Si tratta di una linea dal costo stimato di 2.470 milioni di euro che si sviluppa in Veneto per 44 chilometri e che potrebbe essere completata in circa 74 mesi.
Il primo lotto della tratta, di importo pari a 984 milioni di euro, comprende la realizzazione di parte delle opere civili, nonché la sovrastruttura ferroviaria e gli impianti tecnologici propedeutici all'attivazione delle deviazioni della linea Milano-Venezia. Il secondo lotto, di importo pari a 1.776 milioni di euro, prevede il completamento delle opere civili, nonché la realizzazione dell’armamento e delle tecnologie dell'intera tratta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, firmato accordo anche per il secondo lotto della tratta Verona - bivio Vicenza

VeronaSera è in caricamento