«Quando i tamponi ai medici di famiglia? A Verona lo aspetta il 60%»

«Con l’82% dei pazienti a domicilio, a cui vanno aggiunte le tantissime persone a casa con sintomi critici ma senza tampone, i rischi per la categoria sono moltiplicati», a dirlo è Anna Maria Bigon, consigliera veneta del PD

Immagine generica

«La Regione ha intenzione di effettuare tamponi a tutti i medici di famiglia del Veneto per evitare l’espandersi del contagio da Covid-19? La situazione tra le varie Ulss è molto differente e in alcune realtà molto preoccupante».
È la richiesta di Anna Maria Bigon, consigliera del Partito Democratico che ha presentato un’interrogazione a risposta immediata all’assessore Lanzarin per avere certezze sulla ‘mappatura’ completa dei medici di base.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Secondo quanto dichiarato nei giorni scorsi dal segretario della Fimmg Veneto, a Padova circa il 75% aveva già effettuato due tamponi, mentre a Verona e Vicenza circa il 60% era ancora in attesa del primo. Come mai queste differenze così enormi? Oltretutto Verona è diventata la provincia veneta con più contagi rispetto alla popolazione. Con l’82% dei pazienti a domicilio, a cui vanno aggiunte le tantissime persone a casa con sintomi critici ma senza tampone, i rischi per la categoria sono moltiplicati, anche per la mancanza di dispositivi di protezione adeguati. Il segretario provinciale Fimmg ha affermato che i medici positivi sono 25, otto ricoverati in ospedale e tre in rianimazione mentre il 60% di loro ha dichiarato condizioni di salute o familiari tali da impedirgli di recarsi a domicilio dei propri pazienti. Questi numeri ribadiscono l’importanza di procedere con la massima celerità possibile tamponi a tappeto anche ai medici di famiglia, perciò chiedo alla Regione se, e con quale periodicità, verranno effettuati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento