rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Dalla Provenza a Verona, accolti in municipio gli studenti del primo scambio culturale post pandemia

«Una delle cose più belle di questa ritrovata normalità – ha detto l’ass. alle politiche giovanili Francesca Briani incontrando gli studenti – è vedere nuovamente le scolaresche nelle nostre piazze»

Dalla Provenza a Verona, per uno scambio culturale oltre che scolastico. Il primo che torna in Municipio dopo la pandemia. Questa mattina, a Palazzo Barbieri, l’assessore alle Politiche giovanili ha incontrato un gruppo di ragazzi del Lycée de la Méditerranée, istituto francese di La Ciotat, una cittadina vicina a Marsiglia. Una ventina di studenti, accompagnati dai professori, sono ospiti dei coetanei del Liceo Carlo Montanari, che a loro volta, a breve, si recheranno in Francia.

Tra le mura scaligere fino a sabato 21 maggio, la classe visiterà in questi giorni i principali monumenti. L’Arena, Casa di Giulietta, alla scoperta della storia cittadina, passando dagli angoli più nascosti, scorci unici che Verona riserva ai visitatori più attenti e curiosi. Compresa la sosta in Municipio, per vedere le sale dove scorre la vita amministrativa.

«Una delle cose più belle di questa ritrovata normalità – ha detto l’assessore alle Politiche giovanili, incontrando gli studenti – è vedere nuovamente le scolaresche nelle nostre piazze. Tutti questi giovani che provengono dal resto d’Italia, ma anche da tanti Paesi del mondo, ci riempiono il cuore di speranza. Era a loro che pensavamo quando le restrizioni erano pesanti e difficili da accettare, oggi siamo felici di tornare a spalancare loro le porte della città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Provenza a Verona, accolti in municipio gli studenti del primo scambio culturale post pandemia

VeronaSera è in caricamento