Houston. Gli studenti del Don Bosco trionfano ai mondiali di robotica

L'iDB Tech-No-Logic, la squadra composta dagli alunni dell'istituto veronese, si è imposta nella 20° edizione della FIRST® LEGO® LEAGUE, grazie al progetto di un’innovativa ‘lavatrice spaziale’

La premiazione del team del Don Bosco

«Per la prima volta in assoluto una squadra italiana è stata incoronata vincitrice della principale competizione mondiale di scienza e robotica. Affrontando un’accurata selezione e un’agguerrita concorrenza, gli 8 ragazzi di quarta superiore dell’istituto Salesiano Don Bosco di Verona hanno eccellentemente superato le numerose prove proposte dalla giuria statunitense di Houston, arrivando a meritare con il loro progetto di un’innovativa ‘lavatrice spaziale’ il titolo di campioni del mondo». 
È il commento dell'assessore regionale veneto alla Formazione, Elena Donazzan, alla notizia della vittoria dell'iDB Tech-No-Logic, la squadra di robotica dell’Istituto Salesiano Don Bosco di Verona, alla 20a edizione del campionato mondiale della FIRST® LEGO® LEAGUE a Houston in Texas.

1b18886a-935f-4b8b-ac59-dd7bc9f02a64-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Un risultato frutto di un duro lavoro: il team degli iDB Tech-No-Logic aveva già sbaragliato ogni record classificandosi primo a livello italiano per due anni consecutivi e ricevendo l’anno scorso al World Festival di Detroit uno speciale premio per la migliore presentazione scientifica. Quest’anno a Houston invece i giovani veronesi hanno sbaragliato su tutto: progetto scientifico, innovazione, programmazione, presentazione e lavoro di squadra - ha continuato l'assessore, che ha concluso -. Complimenti ad Alessio Montignani, Beatrice Ligozzi, Camilla Salvagno, Filippo Oliosi, Maddalena Zuccato, Paolo Venturini, Pietro Formenti e Pietro Fornalè che, tra i 108 team da tutto il mondo, hanno con onore rappresentato il Veneto e l’Italia tutta al World Festival di Houston. Un risultato straordinario che ben qualifica l’alta qualità della formazione erogata dai Centri di Formazione Professionali del Veneto: il modello salesiano ancora una volta si riconferma un riferimento nel panorama del sistema educativo e formativo del Veneto e d’Italia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

  • 'Ndrangheta a Verona, blitz della polizia: 23 arresti e 3 obblighi di firma

Torna su
VeronaSera è in caricamento