Attualità Centro storico / Corso Porta Nuova

Due percorsi e partenze a scaglioni, per la Straverona a prova di Covid-19

La manifestazione vedrà al massimo 5 mila partecipanti che partiranno domenica 4 luglio ogni 10 minuti in gruppi di massimo 500 persone: «Una scommessa vinta, che ha richiesto l’impegno e la volontà di tanti per essere raggiunta»

La Straverona torna ad animare lo sport scaligero e la città, con una edizione estiva straordinaria. Per il format 2021, infatti, numero chiuso a 5 mila partecipanti e partenza ogni 10 minuti per gruppi di massimo 500 persone, su due percorsi di gara uno da 5 km e l’altro da 12 km. L’appuntamento, per tutti gli amanti della corsa e non solo, è per domenica 4 luglio ai Portoni della Bra, con lo start della 38ª edizione di una delle manifestazioni podistiche amatoriali più seguite d’Italia.

Dopo il lungo stop imposto dal Covid, che anche quest’anno ha impedito la realizzazione dell’evento nei consueti mesi primaverili, la grande festa del podismo amatoriale si riappropria di piazze e strade cittadine, per quella che è da sempre la corsa di tutti e per tutti.

La Straverona, infatti, non ha solo la dimensione di una corsa per la città scaligera, è un’occasione di incontro che promuove l’attività sportiva all’aria aperta, la cultura, la socialità e anche la solidarietà. Come ogni anno, in occasione della corsa, Associazione Straverona riporta per le strade della città un importante programma di solidarietà: grazie alla propria iscrizione, ogni partecipante contribuirà al charity program, a cui è destinato parte del ricavato. I partner dell’edizione 2021 sono la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – Onlus e la Fondazione Europea per la DBA Onlus.
La manifestazione è organizzata da Associazione Straverona, in collaborazione con il Comune di Verona – Assessorato allo Sport e Tempo libero ed è patrocinata dagli Enti di Promozione Sportiva FIASP, OPES e UMV.

Il programma della manifestazione è stato presentato lunedì mattina dal sindaco Federico Sboarina e dall’assessore allo Sport Filippo Rando. Presente il presidente della Straverona Gianni Gobbi, insieme ad organizzatori e sponsor.

«Una grande tradizione sportiva – sottolinea il sindaco – che torna finalmente ad animare la città, dando vita ad una delle manifestazioni podistiche amatoriali più amate. Si tratta di una formula inedita, proposta con un format rinnovato, che consentirà la partecipazione ad un massimo 5 mila persone, con due possibilità di percorso da 5 e 12 chilometri. Un ulteriore tassello di un ampio piano di ripartenza che punta al graduale ritorno alla normalità, attraverso un’offerta diversificata di eventi e manifestazioni. Un plauso agli organizzatori che, con determinazione, hanno consentito la realizzazione di questa speciale edizione».

«Un evento sviluppato quando ancora non vi erano certezze sulla possibilità o meno di effettuare, con l’arrivo dell’estate 2021, manifestazioni – precisa l’assessore allo Sport –. Una scommessa vinta, che ha richiesto l’impegno e la volontà di tanti per essere raggiunta. È quindi un piacere poter presentare oggi il ritorno di questo importante evento sportivo, da sempre amato e seguito da tanti appassionati della corsa e non solo. Un sentito ringraziamento a quanti hanno contribuito e contribuiranno alla realizzazione della Straverona 2021».

«È stata un’organizzazione complessa – spiega Gobbi –. Nonostante il numero di possibili partecipanti sia quest’anno ridotto, infatti, la gestione dell’evento è risultata comunque lunga e articolata, con tante incertezze che non hanno però mai fermato il nostro desiderio di tornare a proporre alla città questo speciale appuntamento. Uno sforzo che siamo felici d’aver compiuto e che oggi trova la sua concretizzazione con il ritorno della Straverona nella 38ª edizione».

FORMAT 2021 - I partecipanti alla Straverona potranno correre o camminare a passo libero, scegliendo uno dei due percorsi che li porteranno alla scoperta della città scaligera. Per la prima volta nella sua storia, i pettorali della Straverona sono contingentati. La corsa apre infatti a un massimo di 5 mila partecipanti complessivi. In questo modo, si potrà garantire il rispetto di tutte le misure di sicurezza necessarie in questa fase di ripresa.
La corsa partirà dai Portoni della Bra, con i podisti suddivisi in batterie composte da massimo 500 persone, con una partenza ogni 10 minuti.

La prima partenza è prevista per le 7.30, proseguendo fino alle ore 9. Il via della Straverona, anche se con numeri ridotti, sarà molto scenografico grazie alla presenza del Gruppo Sportivo dell’85° RAV Verona e all’esibizione della Fanfara dell’11° reggimento bersaglieri di Orcenico, che accompagneranno i podisti al momento della partenza.

I partecipanti saranno chiamati a indossare la mascherina per i primi 500 metri del percorso scelto e dovranno poi indossarla nuovamente anche una volta tagliato il traguardo. I ristori lungo il percorso, grazie al supporto fondamentale dei volontari, saranno organizzati con snack monodose confezionati.

PERCORSI - Quest’anno saranno due, uno da 5 km e l’altro da 12 km. Entrambi si svilupperanno tra le vie del centro cittadino, promettendo uno spettacolo unico e suggestivo a tutti i partecipanti. Entrambi partiranno da piazza Bra e percorreranno insieme Corso Porta Nuova, costeggiando i Bastioni fino a Porta Palio, proseguendo in direzione di Castelvecchio. I due percorsi continueranno insieme solcando le Regaste di San Zeno, attraversando Ponte Risorgimento e imboccando il lungadige Cangrande. Passato l’Arsenale e lo splendido ponte di Castelvecchio, il tratto in comune dei due percorsi porterà i podisti a Porta Borsari, lungo Corso Cavour.

Qui il percorso più breve da 5 km si addentra nel centro storico di Verona, attraversando via Mazzini, la Chiesa di San Nicolò e terminando dietro l’Anfiteatro, per poi giungere all’arrivo in piazza Bra.

Il percorso più lungo da 12 km attraversa invece Ponte della Vittoria, puntando verso la Chiesa di San Giorgio in Braida. Costeggiando l’Adige, i podisti arriveranno al ponte più antico della città scaligera, l’unico rimasto di epoca romana: Ponte Pietra. Da qui il percorso entra alla scoperta della Città Antica, passando davanti alla Basilica di Santa Anastasia ed entrando poi nella zona di Veronetta. Dopo aver ammirato la chiesa di San Giovanni in Valle e quella di San Zeno in Monte, i podisti potranno godere di un panorama mozzafiato sulla città da via Scala Santa.

Costeggiando il muraglione di cinta, il percorso ritornerà verso il centro passando per Porta Vescovo, Ponte delle Navi e la chiesa di San Fermo Maggiore. Da qui, i partecipanti si dirigeranno verso l’arrivo entrando nel quartiere Filippini. Anche l’arrivo del percorso da 12 km sarà in piazza Bra.

ISCRIZIONI - Online attraverso il sito www.straverona.it.
Inoltre è possibile rivolgersi alla tradizionale casetta allestita in piazza Bra. Le iscrizioni quest’anno chiuderanno il 3 luglio.
Domenica, prima della partenza, non sarà possibile iscriversi, per scongiurare il rischio di code e assembramenti.

La quota di quest’anno è unica e tutti gli iscritti riceveranno la maglia tecnica Straverona e la sacca ristoro, con dentro tanti omaggi dei partner che sostengono l’evento. Sono previste, come di consueto, delle agevolazioni per i gruppi podistici.

VILLAGGIO GARA ED ALTRE INIZIATIVE - Allestito in piazza Bra aprirà le porte già da sabato 3 luglio, dalle 10 alle 19.
Sempre nella giornata di sabato, ci sarà l’appuntamento con la Passeggiata Culturale organizzata da Fondazione Verona Minor Hierusalem, che quest’anno avrà il titolo “Rinascere dal Cielo. Tra le note di Mozart e una nave di Santi”.

I partecipanti, suddivisi in gruppi di dieci persone, potranno visitare alcune delle chiese lungo il percorso e saranno accolti dai volontari, in una passeggiata storica spirituale che li porterà a conoscere una Verona diversa e suggestiva.

Il villaggio gara riaprirà poi anche domenica 4 luglio, dalle 8 alle 17.

Inoltre, da venerdì 2 luglio per tutto il weekend della Straverona, i partecipanti potranno accedere gratuitamente a musei e monumenti comunali più noti della città scaligera, semplicemente esibendo il proprio pettorale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due percorsi e partenze a scaglioni, per la Straverona a prova di Covid-19

VeronaSera è in caricamento