Vivere da soli. Uno sportello aiuta i giovani a raggiungere l'indipendenza

Il punto di ascolto s'inserisce nel progetto “Fidati: neo maggiorenni verso l’autonomia” promosso dal Comune di Verona insieme all'associazione Agevolando, per offrire un accompagnamento ai ragazzi provenienti da percorsi di affidamento in comunità o in famiglia

Immagine generica

L’autonomia nel 2019 si conquista anche via whatsapp. Soprattutto per quei ragazzi che devono raggiungerla prima degli altri. Apre a Verona uno sportello dedicato ai giovani, dai 16 ai 25 anni, che escono dalle comunità residenziali o dalla famiglia e che vogliono raggiungere l’indipendenza personale, lavorativa e abitativa. Il punto di ascolto sarà inaugurato venerdì 24 maggio in via Ponte Aleardi 15, negli uffici della Promozione Lavoro del Comune. E per fissare un appuntamento basterà inviare un messaggio tramite la app di messaggistica, o attraverso il classico sms, al numero 3297243143.

Se le statistiche nazionali dicono, infatti, che le nuove generazioni lasciano la casa dei genitori alla soglia dei 30 anni, i ragazzi che vivono in comunità, una volta maggiorenni, si trovano a dover fare i conti con il mondo degli adulti. Così come quei ragazzi che vivono situazioni di difficoltà e si ritrovano da soli.

Ecco perché l’esigenza di una iniziativa ad hoc. Il punto di ascolto, infatti, si inserisce nel progetto “Fidati: neo maggiorenni verso l’autonomia” promosso dal Comune di Verona in collaborazione con l'associazione Agevolando, per offrire un accompagnamento ai giovani provenienti da percorsi di affidamento in comunità o in famiglia. L’iniziativa è finanziata da Fondazione Cariverona, nell'ambito del Bando Povertà 2018, e verrà realizzata insieme all'Istituto Don Calabria-Casa San Benedetto, alla cooperativa Energie Sociali, che gestirà il punto di ascolto, e alla Caritas Diocesana Veronese, attraverso la cooperativa Samaritano.

Oltre allo sportello, che sarà aperto il martedì dalle 14 alle 17 e il venerdì dalle 9.30 alle 12.30, saranno organizzati dei percorsi di accompagnamento educativo per 25 giovani, ma anche laboratori di gruppo per la ricerca attiva del lavoro e della casa, la gestione del denaro, la cura di sé, l’educazione sportiva e alimentare. Inoltre verrà attivato un servizio di supporto psicologico individuale o di gruppo e il counseling per chi presenta particolari fragilità. Anche gli operatori sociali verranno formati per favorire l'efficacia degli interventi, così come saranno preparati dei giovani tutor per supportare quei minori che si preparano a diventare maggiorenni.

L’iniziativa e l’apertura del nuovo sportello sono state presentate venerdì, in municipio, dall’assessore ai Servizi sociali. Erano presenti per la Fondazione Cariverona Riccardo Zuffa e Chiara Miotto, Roberto Alberti dell’istituto Don Calabria- Casa San Benedetto, Ilaria Andreasi della cooperativa Energie Sociali e Damiano Conati della Caritas Diocesana - cooperativa Samaritano.

«Questo importante progetto va ad integrare il sistema di servizi che il Comune ha messo in campo negli ultimi anni per supportare i giovani nel loro percorso verso l’autonomia – ha detto l’assessore -. Grazie alla collaborazione con il terzo settore, è stato creato un sistema di accoglienze abitative diversificato per i giovani, così come sono state messe in rete una serie di risorse per favorire la loro crescita e prevenire forme di marginalità».

Fino ad oggi sono stati accolti in appartamenti gestiti dal terzo settore 30 giovani dai 18 ai 25 anni (di questi 22 provenienti da strutture per minori, 4 presi in carico da maggiorenni e 4 ex minori stranieri non accompagnati) e pagate spese abitative per altri 6 ragazzi. Sono stati, inoltre, sostenuti ulteriori 7 progetti di accompagnamento ed è stato fornito aiuto a 3 famiglie affidatarie che hanno continuato a tenere con sé i ragazzi anche dopo il raggiungimento della maggiore età.

Potrebbe interessarti

  • Piscina interrata: ecco la guida che vi svelerà tempi e costi

  • Labbra sensuali e carnose: ecco i rimedi naturali per un super effetto volume

  • Case e Millenials: ecco il nuovo studio presentato da Ance Verona

  • Smagliature addio: cause e rimedi per eliminarle

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Veronese. Un trattore si ribalta e l'agricoltore perde la vita

  • Rimasto schiacciato sotto il trattore, non c'è stato nulla da fare per il 59enne

  • Spari e paura a Santa Lucia: 41enne in rianimazione, fermato un uomo

  • Tragedia nel Veronese: muore dopo un incidente stradale in scooter

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 giugno

  • Auto va a sbattere contro un albero e finisce nel campo: gravi 2 giovani

Torna su
VeronaSera è in caricamento