rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità Piazzale Porta Vescovo

Non verrà chiuso il sottopasso di Porta Vescovo: «Bloccheremo solo le scalette di via Bassetti»

Il Comune di Verona ha spiegato che l'attraversamento riqualificato resterà in funzione: «Il sottopasso verso via Bassetti è chiuso da almeno 10 anni per problemi strutturali e certamente non abbiamo motivo di chiudere l'altro»

No, il sottopasso di Porta Vescovo non verrà chiuso: a venire sigillato, come ha specificato la nota dei lavori della Prima Commissione, è il passaggio di via Bassetti, da tempo inutilizzato. A fare luce sulla vicenda è il Comune di Verona, il quale sottolinea che verranno bloccati gli accessi alle due rampe di scale del vecchio tunnel, quello sul lato via Bassetti guardando la Porta dal lato Borgo Venezia, chiuso da oltre 10 anni.
Questa la decisione presa dall’Amministrazione comunale e condivisa, lunedì pomeriggio, con la Commissione consiliare Sicurezza. Resta aperto, quindi, il grande sottopasso riqualificato negli ultimi anni insieme a volontari e giovani del quartiere, che consente l’attraversamento in sicurezza dell’incrocio tra corso Venezia e via Barana.

Fuori dalla storica Porta di Veronetta, infatti, sono 4 le rampe di scale che portano sotto il livello stradale: due operative e utilizzate da studenti e cittadini, altrettante, invece, più piccole, inutilizzate da oltre un decennio.

SOTTOPASSO LATO VIA BARANA - Il grande incrocio, oggi, può essere attraversato in tutta sicurezza grazie al sottopasso che dai giardini Baden Powell arriva fino alla fermata del bus sul lato opposto. Un tunnel riqualificato negli ultimi anni, grazie all’intervento degli Angeli del Bello con i ragazzi di VeronettAmica, e sorvegliato da 6 telecamere che ne garantiscono la fruizione.

SOTTOPASSO DI VIA BASSETTI - Altre due rampe, più piccole, conducono al tunnel che una volta collegava i due lati di via Bassetti. Da oltre 10 anni il sottopasso è chiuso per infiltrazioni e problemi strutturali, ma i gradini delle scale sono accessibili. Volontà dell’Amministrazione comunale, chiudendo il passaggio al livello della strada, è di togliere il degrado. Questo perché il vento trascina la sporcizia e alcuni incivili approfittano della "zona d’ombra".

«Abbiamo un sottopasso bellissimo che attraversa l’incrocio di Porta Vescovo, che, in questi anni, grazie anche al supporto di tanti volontari, abbiamo riqualificato e messo in sicurezza, non abbiamo mai pensato di chiuderlo – spiega l’assessore alle Strade e Sicurezza Marco Padovani -. Adesso siamo costretti a bloccare l’accesso alle scalette dell’altro tunnel per porre un freno all'inciviltà di qualcuno che usa il vano per gettare cartacce se non come gabinetto. In questo modo avrà fine il degrado e Amia non sarà costretta ad intervenire continuamente per far fronte alla sporcizia lasciata o accumulata. Il sottopasso verso via Bassetti è chiuso da almeno 10 anni per problemi strutturali e certamente non abbiamo motivo di chiudere l'altro che, dotato di 6 telecamere e reso più bello, assolve in pieno alla sua funzione».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non verrà chiuso il sottopasso di Porta Vescovo: «Bloccheremo solo le scalette di via Bassetti»

VeronaSera è in caricamento