rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Fondi del Pnrr per la scuola suddivisi tra le regioni: al Veneto 308 milioni

La fetta più grande di queste risorse sarà destinata agli asili nido, ma sono previsti fondi anche per la costruzione di nuove scuole, per le scuole dell'infanzia, per la messa in sicurezza degli edifici, per le mense e le palestre

Il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi ha firmato il decreto con cui vengono suddivisi tra le varie regioni i fondi del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) per la scuola. Al sistema scolastico del Veneto sono stati assegnati circa 308 milioni di euro, come riferito dalla deputata veronese del Partito Democratico Alessia Rotta.

La fetta più grande di queste risorse (oltre 143 milioni di euro) sarà destinata agli asili nido, mentre per la costruzione di nuove scuole sono stati previsti quasi 53 milioni e mezzo di euro. Per le scuole dell'infanzia il finanziamento sfiora i 42 milioni e per la messa in sicurezza degli edifici saranno stanziati poco meno di 38 milioni di euro. Infine, a mense e palestre sono destinati rispettivamente 17,5 e oltre 13 milioni di euro.

«Questa è una grande occasione per modernizzare e rendere più sicure le nostre scuole - ha commentato Rotta - Tutti adesso devono fare la propria parte, a partire dagli enti locali, per far sì che i fondi vengano spesi presto e bene, garantendo maggiori opportunità ai nostri ragazzi».
«I Comuni dovranno sfruttare al meglio i fondi messi a disposizione dal Pnrr - ha aggiunto il leader della Lega Matteo Salvini - L'Italia rialza la testa e dalle parole si passa ai fatti. Ora tocca ai sindaci».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi del Pnrr per la scuola suddivisi tra le regioni: al Veneto 308 milioni

VeronaSera è in caricamento