rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

A Palazzo Barbieri Sofia balla con un principe e realizza il suo sogno

La bimba di 12 anni soffre della Sindrome di Rett e grazie a Make-A-Wish e alla collaborazione del Comune di Verona ha potuto vivere come in una favola

La piccola Sofia ha 12 anni, è una bambina solare e vitale che parla con gli occhi. Una bimba che però soffre della Sindrome di Rett: una malattia invalidante che le impedisce di usare le mani e gradualmente anche il resto del corpo. Le sue condizioni mediche non migliorano, ma Sofia continua a vivere guidata dall'affetto dei propri familiari e dalla forza dei suoi sogni. Riesce a emozionarsi, a comunicare, a crescere accompagnata dalle sue passioni, prima fra tutte quella per il ballo. Sogna da sempre di essere presa in braccio da un principe per ballare. Un desiderio che, se realizzato, potrebbe rappresentare per lei un'esperienza speciale e indimenticabile. E questo desiderio è stato realizzato a Verona, grazie alla onlus genovese Make-A-Wish, la quale dal 2004 realizza i desideri di bambini e ragazzi affetti da gravi patologie.

A Palazzo Barbieri il sogno diventato realtà di Sofia

Sabato scorso, 14 maggio, Sofia è stata condotta in Piazza Bra a bordo di una carrozza trainata da due cavalli (grazie alla partecipazione del maneggio Ads Horse Valley Corte Molon e alla sensibilità di Linda Fabrello). La 12enne era vestita come Cenerentola ed è stata accompagnata dalla sua famiglia. Ad attenderla, a Palazzo Barbieri, ha trovato tutti: un principe azzurro, i suoi compagni di classe, i volontari di Make-A-Wish e, per l'occasione, il Principe Reboano e la sua corte, rigorosamente in costumi d’epoca, pronti ad assistere al gran ballo.
Preso posto all’interno della Sala Arazzi, il violinista Stefano Soardo e il pianista Matteo Cazzadori hanno intonato le note de "I sogni son desideri", intramontabile colonna sonora del cartone Disney. Tutto è stato organizzato per far vivere a Sofia il suo sogno. Il principe, infatti, l'ha presa in braccio e i due hanno danzato insieme sotto gli occhi degli invitati. A seguire, un nuovo valzer ha aperto le danze per gli altri presenti.
Al termine di questo bellissimo momento, la compagnia si è spostata a Palazzo Erbisti, dove è stata allestita una merenda e il deejay Marco Melotto ha accompagnato in musica i festeggiamenti. E a sorpresa i ballerini della scuola di danza Asd Dance Colour hanno danzato sulle note di un'altra canzone amata da Sofia: Waka Waka di Shakira.
Il divertimento si è concluso con il taglio della torta, rigorosamente a tema principesse.

La giornata ha visto la partecipazione del Comune di Verona, rappresentato dal sindaco Federico Sboarina, dal consigliere comunale Paolo Rossi, dall'assessore Francesca Toffali e dalla consigliera della quarta circoscrizione Barbara Guadagnini, i quali insieme a Gabriella Pollini hanno sostenuto Make-A-Wish nella fase logistica di organizzazione.
L'intera giornata è stata possibile grazie al prezioso contributo di Bauli, che ha supportato l'associazione per la realizzazione del desiderio.

«Quella di sabato è stata per Sofia una giornata che non dimenticherà mai - ha raccontato Sune Frontani, presidente e cofondatrice di Make-A-Wish - Vivere una favola, così come per anni la si è sognata e immaginata, circondata dalla propria famiglia, dai propri amici è un’esperienza unica. Ha significato per lei la possibilità di vivere come tutte le bambine della sua età (e non solo) e che i sogni non restano nel cassetto ma possono diventare realtà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Palazzo Barbieri Sofia balla con un principe e realizza il suo sogno

VeronaSera è in caricamento