Soave Versus torna in forma itinerante e "invade" i ristoranti di Verona e provincia

La settimana clou della kermesse si terrà dal 2 al 9 settembre, ma saranno complessivamente due i mesi di eventi pensati apposta per questa fase post Covid-19

La presentazione di Soave Versus

Non uno ma tanti Soave Versus. Quest’anno l’iniziativa, ormai ventennale, supera i confini cittadini per raggiungere i ristoranti di Verona e provincia.
Non più un luogo fisso, ma una kermesse diffusa e protratta nel tempo, per due mesi di eventi pensati apposta per la fase post Covid.

In città, l’iniziativa promossa dal Consorzio Tutela Vini Soave in collaborazione con la Strada del Vino, con il patrocinio del Comune e il sostegno del Banco BPM e della Camera di Commercio, la settimana clou sarà dal 2 al 9 settembre. Il Consorzio ha infatti organizzato una serie di serate tematiche per far scoprire il Soave in tutti i suoi aspetti.

Grazie alla collaborazione dell’Associazione Hostaria, l’iniziativa raggiunge anche i ristoranti, con il vino bianco che entra nei menù ad accompagnare i piatti tipici della cucina veronese.
Cinque le serate in programma, in altrettante location, in città ma anche in provincia: dal ‘Soave and the City’ del 2 settembre alla pizzeria gourmet Forkette, alla ‘Notte bianca del Soave’ a Roverchiara il 3 settembre; per ‘Soave e volcanic wines’ ci si sposta a Legnago il 4 settembre, per poi tornare a Verona il 6 settembre con l’evento ‘Soave terroir’. La ‘Longevità del Soave’ sarà il tema dell’ultima serata di celebrazioni, al Bacco d’Oro di Mezzane.

L’edizione 2020 della rassegna si arricchisce di un importante progetto innovativo, il libro Soave Terroir che raccoglie 20 anni di studi sulla storia ed evoluzione del Soave.

Le novità di quest’anno sono state illustrate in municipio dall’assessore alle Attività Commerciali di Verona, Nicolò Zavarise. Presenti il presidente del Consorzio Sandro Gini, il direttore Aldo Lorenzoni, il presidente della Fondazione Banca Popolare di Verona Maurizio Marino, Paolo Menapace della Strada del vino Soave e Alessandro Medici di Hostaria.

«La nuova formula dell’iniziativa va incontro alle contingenze del momento – ha detto l’assessore -. Spostarsi sul territorio, con appuntamenti diffusi che vanno oltre i confini cittadini, è un’importante occasione di rilancio per il settore del vino e per i ristoratori che hanno colto con entusiasmo l’idea».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

Torna su
VeronaSera è in caricamento