menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lacquaniti e Martorano

Lacquaniti e Martorano

«Safety Days», in Veneto la campagna europea per la sicurezza stradale

Predisposto sull'intero territorio mirati servizi volti alla riduzione delle principali cause di incidentalità, tra cui l'elevata velocità e la distrazione alla guida

Sono stati Girolamo Lacquaniti, comandante della polizia stradale di Verona, e Gianfranco Martorano, in rappresentanza della polizia stradale del Veneto, a presentare l'edizione di quest'anno dei «Safety Days», la campagna congiunta di sicurezza stradale promossa a livello europeo da Roadpol (European Roads Policing Network).

L'iniziativa si è svolta con il supporto della Commissione Europea e si inserisce nella «Settimana Europea della Mobilità» che terminerà martedì prossimo, 22 settembre. L'obiettivo principale è stato quello di ottenere a livello europeo una giornata, quella del 16 settembre, senza vittime sulle strade. Ma la campagna si propone anche altri scopi, come quello di aumentare la consapevolezza sui fenomeni della mortalità e della incidentalità grave sulle strade europee, puntando a ridurre il numero delle vittime e dei feriti gravi.
In occasione dei Safety Days la polizia stradale ha predisposto sull'intero territorio mirati servizi volti alla riduzione delle principali cause di incidentalità, tra cui l'elevata velocità, il mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza e l'uso di telefoni cellulari alla guida.
L'iniziativa è stata anche accompagnata da un'attività di prevenzione e sensibilizzazione rivolta direttamente ai cittadini mediante specifici messaggi trasmessi dai pannelli elettronici installati lungo le maggiori arterie del nostro territorio. Un aspetto messo in luce dal comandante Lacquaniti: «La giornata scelta per i Safety Days non è solo una giornata di controlli e repressione. È anche una giornata di prevenzione e informazione per gli utenti della strada». Mentre il primo dirigente Martorano ha voluto sottolineare le decine di migliaia di soccorsi che ogni anno in Veneto vengono operati dagli agenti della polizia stradale, la cui funzione principale non è quella di multare gli automobilista ma è quella di stare al loro fianco nel momento del bisogno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento