rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Zaia scrive ancora a Draghi: «Serve commissario per fronteggiare siccità»

Il presidente della Regione è tornato ad invocare lo "stato di emergenza" perché ritiene la crisi idrica un problema non più risolvibile «in via ordinaria»

Con una nuova lettera scritta al presidente del Consiglio Mario Draghi, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia è tornato ad invocare la dichiarazione di "stato di emergenza" per la crisi idrica. «Con l'escalation di siccità che si sta registrando in questi giorni, ogni minuto è sempre più prezioso - ha dichiarato Zaia - Non si può più aspettare. La situazione deve essere affrontata con massima velocità anche dal Governo».

Già il mese scorso, Zaia aveva scritto a Draghi e al capo della protezione civile nazionale Fabrizio Curcio, chiedendo di valutare la dichiarazione dello "stato di emergenza" per porre in essere ogni azione utile al superamento delle difficoltà generate dalla carenza d'acqua. «Nel documento - ha ricordato Zaia - ho anche richiesto un congruo sostegno economico al fine di assicurare tutti gli interventi necessari ad assicurare la pubblica incolumità, il ripristino dei danni subiti dal patrimonio sia pubblico sia privato e le normali condizioni di vita della popolazione».

Leggi qui la seconda lettera inviata a Draghi da Zaia sulla siccità

In questa seconda lettera, Zaia scrive a Draghi di aver ricevuto un messaggio di risposta da Fabrizio Curcio. Secondo il capo della protezione civile, la crisi idrica deve essere affrontata «nell'ambito dei poteri e delle competenze attribuiti dalla legge alle amministrazioni e agli enti predisposti». In sostanza, Curcio ha ammesso che la protezione civile non può intervenire perché non è tra gli enti preposti a farlo. Ma per Zaia, la siccità è diventata ormai un problema che non può essere fronteggiato «in via ordinaria» ma serve «un intervento straordinario dello Stato che provveda, attraverso un commissario che disponga di poteri e risorse straordinarie, alla regolazione delle concessioni idriche in tutto il Nord Italia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia scrive ancora a Draghi: «Serve commissario per fronteggiare siccità»

VeronaSera è in caricamento