menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Bacciga, Alberto Zelger, Anna Grassi, Alberto Todeschini e Irma Laganà

Andrea Bacciga, Alberto Zelger, Anna Grassi, Alberto Todeschini e Irma Laganà

«Sepolutura per i bimbi mai nati». E la mozione Zelger sarà proposta in altri comuni

Nella conferenza stampa che si è tenuta lunedì e alla quale hanno partecipato Grassi, Bacciga, Zelger e Todeschini, è stato lanciato un appello alla Regione per l'applicazione dell'articolo 25.2 ter "Norme in materia funeraria"

«Ottobre è il mese dedicato al ricordo dei bambini mai nati e oggi, 15 ottobre, è la giornata della commemorazione mondiale delle morti in utero, morti perinatali e aborti», è Anna Grassi, consigliere comunale a Verona per la Lega, a dare risalto a questa ricorrenza nella conferenza stampa che si è tenuta lunedì e alla quale hanno partecipato anche i consiglieri Alberto Zelger e Andrea Bacciga, oltre al responsabile Giovani Lega di Veron, Alberto Todeschini

«In segno di ricordo - ha proseguito Grassi - di questi bambini che non ci sono più e ci sono stati per pochissimo tempo, si celebra l’onda di luce: si accende una candelina sul davanzale per un giorno intero per illuminare il mondo con queste piccole luci. Con questa conferenza vogliamo richiamare la sensibilità pubblica sull’argomento e la necessità di una rapida attuazione dell'articolo 25.2 ter della Legge Regionale 18, 4 marzo 2010 "Norme in materia funeraria". Ad oggi un bambino ha diritto alla registrazione all'anagrafe e la sepoltura dopo le 28 settimane di gestazione. Prima delle 28 settimane devono decidere i genitori entro le 24 ore dalla morte e spesso non sono nelle condizioni di prendere tale decisione».

Zelger, finito al centro della bufera nei giorni scorsi per la mozione in materia di aborto che porta il suo nome, ha rivolto poi un appello a Palazzo Balbi: «Esortiamo la Regione ad accelerare i lavori per l’emanazione delle norme attuative richiamando pure un post del governatore Luca Zaia, che la ha definito la sepoltura dei bimbi mai nati una scelta di civiltà che supera l’ideologia. A Verona nel 2012 è stato inaugurato un monumento in ricordo dei bimbi non nati all’interno del Cimitero Monumentale».
«Oltre le fazioni e i partiti - ha incalzato Bacciga - trovo etico ed umano assicurare ai feti e ai "bambini non nati" una dignitosa sepoltura, per cui mi adopererò anche materialmente in questa battaglia».

Proprio l'iniziativa tanto discussa e approvata nel capoluogo scaligero, verrà proposta anche in altri comuni della provincia, come annunciato da Todeschini: «Vogliamo ribadire quanto sia preziosa la vita fin dal suo concepimento e a tal proposito presenteremo una mozione a sostegno della vita e della maternità in molti comuni della Provincia dove ci sono amministratori che hanno già manifestato il loro interesse a riproporre la mozione veronese nei loro comuni». Infine lo stesso Zelger ha sottolineato come «Non solo i comuni delle provincia di Verona, ma anche in tutta Italia (Ferrara) e persino dall’estero (stati Uniti e Spagna) ci hanno dimostrato solidarietà e interesse». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Palestra in casa: gli attrezzi immancabili

  • social

    Epilessia: come fare attività fisica in sicurezza

  • social

    Ristorazione: i trend 2021 secondo TheFork 

  • social

    Un pizzico di cocktail: nasce il nuovo programma dedicato a dessert e cocktail

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento